• Articolo , 4 settembre 2008
  • Germania: condizioni meteo ritardano lavori impianto eolico offshore

  • A causa di un’instabilità meteorologica non prevista, si stanno allungando i tempi previsti per la costruzione dell’impianto, con il percolo di arrivare ad una stagione in cui questo non sarà più possibile

Ci saranno probabilmente dei ritardi nella realizzazione del primo impianto eolico offshore della Germania.
Jonny Stokes, portavoce della “E.ON AG”, una delle aziende energetiche del consorzio incaricato del progetto (le altre sono “Vattenfall Europe” e “RWE”), ha affermato “Un’estate davvero scioccante”, con un’instabilità meteorologica senza precedenti, sta facendo allungare i tempi previsti per la costruzione dell’impianto.
Per posare le fondamenta della prima delle dodici turbine da 5 megawatt, a circa 70 chilometri al largo delle coste dell’isola di Borkum (Mare del Nord), è necessario infatti una certo tempo stabile, che vuol dire almeno quattro giorni consecutivi.
Il progetto prevedeva inizialmente la posa delle imponenti fondamenta dell’impianto (3 blocchi da 700 tonnellate ognuno, alti ognuno 45 metri) nella prima settimana di settembre. La finestra utile (metereologicamente parlando) per porre le fondamenta si chiuderà in ottobre. E i timori di un ritardo si fanno sempre più una certezza.