• Articolo , 28 dicembre 2009
  • Germania: l’industria solare propone tagli agli incentivi

  • Il governo federale prevede una riduzione degli aiuti governativi al fotovoltaico ed insieme alla Solar Industry Federation (BSW) presto proporrà un piano di tagli

(Rinnovabili.it) – Le imprese tedesche del settore solare riunite nell’associazione BSW-Solar hanno avanzato una proposta al proprio Governo che si concretizzerà ufficialmente nell’audizione ministeriale del prossimo 13 gennaio: tagliare gli incentivi dedicati al fotovoltaico, definiti nel Renewable Energy Act, più rapidamente del previsto. A riferirlo è il quotidiano Handelsblatt anticipando un’intervista al Ceo di Solarworld Frank Asbeck. Fino ad oggi i piani governativi prevedono una riduzione del 10 per cento del Feed-in-Tariff a partire dai primi mesi del 2010 e un altro 10 per cento per l’anno successivo. Ma i produttori rappresentati dalla BSW suggeriscono di accelerare il ritmo con cui le sovvenzioni saranno ridotte, introducendo un ulteriore taglio del 5% a metà anno.
Si tratterebbe dunque di una riduzione complessiva del 25 per cento entro due anni a cui in cambio l’industria tedesca chiede standard internazionali in materia ambientale e di qualità nella normativa. La mossa dovrebbe andare incontro ai consumatori che pagano le sovvenzioni attraverso le bollette dell’energia elettrica dopo il boom del settore, determinato da un calo del 26% dei costi dei moduli e da incentivi invece stabili. E l’esplosione del fotovoltaico si fa sentire chiaramente in Germania: l’energia rinnovabile attualmente ricopre il 16 per cento del consumo totale di elettricità: L’obiettivo nazionale in tal senso è raggiungere il 30 per cento entro il 2020.