• Articolo , 31 maggio 2011
  • Geronimo II, il biogas come fonte energetica del futuro

  • Presentato stamane il progetto spagnolo Geronimo II per la valorizzazione della produzione di biogas negli allevamenti di bovini e ovini come fonte energetica a basso impatto e come metodo per la riduzione dei liquami animali

(Rinnovabili.it) – Il Parco Scientifico e Tecnologico dell’Università di Girona ha ospitato stamane la presentazione del progetto *Geronimo II*, per la produzione di biogas dagli allevamenti suini e bovini, rientrante nell’edizione 2010 del programma Intelligent Energy-Europe, da cui ha ottenuto un finanziamento pari al 75% del totale. Grazie all’iniziativa i proprietari delle aziende zootecniche potranno utilizzare i rifiuti biologici del bestiame per produrre energia pulita da impiegare all’interno delle strutture.
“La seconda edizione del progetto si rivolge direttamente gli allevatori di suini e ai produttori di latte per offrire un supporto nella valutazione del potenziale del biogas in aziende agricole, educandoli alla preparazione di piani aziendali solidi e strategie di finanziamento e di investimento a favore di impianti di biogas”.

Il progetto inoltre avrà il fine di diffondere la cultura del biogas come alternativa ai combustibili fossili nel percorso di riduzione dell’inquinamento e delle emissioni nocive.
“L’uso della tecnologia di produzione di biogas nelle aziende che producono latte e che allevano suini offre grandi vantaggi per lo sviluppo rurale, per l’ambiente e per garantire una produzione energetica decentrata. È una formula efficace non solo per migliorare il trattamento di grandi quantità di liquami, che ora minacciano l’ambiente, ma anche per ridurre i costi energetici delle operazioni” hanno specificato gli ideatori del progetto.