• Articolo , 2 luglio 2008
  • Gli italiani preferiscono l’energia solare ma …

  • Il 58% degli intervistati crede che il ritorno al nucleare sia una scelta quasi obbligata, a fronte del crescente fabbisogno energetico del Paese

Attraverso 200 interviste telefoniche Telesurvey, storica azienda milanese di Ricerche di Mercato e Servizi integrati, ha realizzato un sondaggio d’opinione riguardante la fonte energetica che secondo gli italiani dovrebbe essere maggiormente utilizzata. Ed è sempre il solare a convincere la maggioranza dei cittadini, che con il 45% si è espressa a favore di questa risorsa energetica e delle sue opportunità, mentre ad indicare quella idroelettrica è il 12%, il 7,5% quella derivante dalla combustione dei rifiuti vegetali e il 6,5% quella eolica. A scegliere il nucleare è invece il 25%, nonostante il tema della sua sicurezza ossia dei possibili rischi ambientali collegati alla produzione desti preoccupazione nel 70,5% degli intervistati. Lo smaltimento delle scorie radioattive è il fattore che mette in pensiero la maggioranza del campione (83,5%), ma dal punto di vista dell’autonomia energetica, il 68% ritiene che sarebbe meglio avere delle proprie centrali nucleari, anziché acquistare energia prodotta da quelle presenti nelle nazioni vicine, rischiando di subire lo stesso dei danni ambientali. A fronte del crescente fabbisogno energetico del Paese, quella atomica sembra essere per il 58% una scelta quasi obbligata e anche in riguardo all’opportunità di costruire sul territorio nazionale centrali nucleari di nuova generazione il distacco tra favorevoli e contrari si assesta a un solo punto percentuale: un 49,5% di no contro un 48,5% favorevole.