• Articolo , 4 dicembre 2007
  • Globetrotter: l’auto super-sostenibile

  • Dalla genialità di un giovane australiano arriva l’ultimo prototipo di autoveicolo ad impatto zero, un concentrato di energie alternative e design ultra tecnologico

Siamo ormai da tempo abituati a vedere, sui giornali o nella rete, le più divertenti sfide di design e di ecologia tra veicoli di ogni tipo, ma ci sembra che questa, per completezza e giovane età dell’inventore (la disegnò quando ancora aveva 13 anni), le superi tutte. Infatti questo gioiellino è valso al suo geniale ideatore, il designer Harsha Ravi studente all’Università di Melbourne, la vincita del Premio “giovane designer dell’anno” per le automobili del prossimo 2017. Si chiama “globetrotter” ed è un concentrato di tecnologie sostenibili, prima fra tutte la bioplastica di cui è costituita la carrozzeria, che abbassa del 30% il fabbisogno di energia per la sua realizzazione. Inoltre “globetrotter” è mossa da un motore a cella a combustibile, utilizza la radiazione solare per ricaricare le batterie, i suoi pneumatici non contengono aria, la carrozzeria è composta per il 12% da materiali derivati dalla lavorazione del petrolio, mentre per il restante 88% da plastica derivata dalla trasformazione di fibre vegetali. La si può insomma definire l’automobile più ecologica ed ambientalmente sostenibile finora mai ideata. Speriamo che venga realizzata e che possa avere larga diffusione, una volta superate le problematiche legate al rifornimento ed ai costi di produzione!