• Articolo , 5 marzo 2008
  • Gm: necessario che i Governi promuovano il bioetanolo

  • In attesa della kermesse ginevrina il colosso dell’auto americano annuncia i suoi progetti a favore di una maggiore attenzione all’ambiente e lancia il suo appello affinché tutti i Paesi del mondo puntino sull’etanolo come alternativa al petrolio

Dopo aver annunciato la costruzione di un impianto di produzione del bio-carburante in Illinois durante la scorsa fiera internazionale dell’auto di Detroit, l’americana General Motors apre la sua conferenza stampa Palaexpo di Ginevra (la 78° edizione del più importante salone auto europeo) parlando di tecnologia dell’ibrido, di bioetanolo, di risparmio energetico e di ecologia. E dopo la comunicazione dell’accordo con Coskata, per allargare al grande pubblico la disponibilità di carburanti alternativi E85 e del contratto con Hitachi, per la fornitura di nuove batterie al litio, base del sistema ibrido di seconda generazione (capaci di abbassare consumi ed emissioni di un ulteriore 20%), GM lancia un appello a tutti i paesi del Mondo. “Il costo del petrolio aumenta sempre di più ed è destinato ad aumentare negli anni e l’etanolo è la migliore alternativa essendo più economica”, ha spiegato il direttore generale Rick Wagoner, precisando che “tuttavia l’intervento dei Governi è necessario per sviluppare le infrastrutture adatte e promuovere così l’etanolo”.