• Articolo , 3 marzo 2010
  • “Good Energy Award 2010”, il riconoscimento per le eco-energie

  • Impegno nella produzione, distribuzione o costruzione d’impianti di produzione: questi i requisisti per partecipare alla competizione che premierà l’azienda che ha dimostrato di credere maggiormente nelle rinnovabili

(Rinnovabili.it) – Nasce il premio destinato alle virtuose delle rinnovabili. Il merito è tutto italiano e va riconosciuto allo Studio Bernoni Professionisti Associati, ideatore del “Good Energy Award 2010”:http://www.gtbernoni.it/. Il riconoscimento è nato per valorizzare le imprese che hanno avuto fiducia nelle eco-energie investendo nel mercato, con particolare attenzione alle società operanti nei settori della produzione e distribuzione di energie rinnovabili. Grazie all’appoggio di illustri partner, tra cui il Gestore Servizi Energetici (GSE), TIS Innovation Park di Bolzano, Università degli Studi di Milano Bicocca, IMQ, Parco Tecnologico Padano, Federazione AEIT, PDMA SE (Product Development and Management Association South Europe) sarà possibile diffondere la conoscenza delle energie verdi dando la possibilità a tutte le aziende che rientrano in tre specifiche categorie (produzione, distribuzione o costruzione d’impianti di produzione) di partecipare iscrivendosi gratuitamente alla competizione entro il 31 marzo. La giuria, presieduta dal professor Maurizio Fauri docente di Sistemi Elettrici per l’Energia all’Università di Trento e presidente della società Polo Tecnologico per l’Energia premierà il vincitore e i cinque finalisti durante una cerimonia prevista per il maggio prossimo.
“La partnership scientifica con GSE è un grandissimo riconoscimento per il ‘Good Energy Award 2010’ – afferma Stefano Salvadeo, partner Studio Bernoni Professionisti Associati – “Siamo onorati di poter contare su un partner di così alto livello che conferma la centralità del tema delle energie rinnovabili per l’economia nazionale e internazionale. “Good Energy Award 2010″ grazie al supporto e alla professionalità e esperienza del GSE saprà coinvolgere e valorizzare le eccellenze italiane nel campo delle energie da fonti rinnovabili”.