• Articolo , 13 giugno 2007
  • Google e Intel i nuovi “ambientalisti”

  • Iniziativa delle maggiori aziende informatiche mondiali contro il “Global Warming”. Si va verso una generazione di Personal Computer eco-efficienti

Google, il più grande motore di ricerca del mondo, e Intel, la maggiore società produttrice di microprocessori, si sono fatti promotori di un programma finalizzato a portare produttori e acquirenti di personal computer ad adottare tecnologie che riducono in modo significativo il consumo di energia. Il programma, che si chiama “Climate Savers Computing Iniziative” è stato sottoscritto da produttori di pc come Dell, Hewlett-Packard, Ibm, Lenovo Group, ma anche da produttori di software come Microsoft, la U.S. Environmental Protection Agency (l’Agenzia americana per la protezione dell’ambiente) e oltre 25 gruppi ambientalisti, compagnie e università sensibili al tema del risparmio energetico. Con il taglio del consumo non necessario di energia, i partecipanti sperano di ridurre le emissioni di ossido di carbonio dei generatori elettrici che si pensa contribuiscano al problema dell’effetto serra. “Il nostro comune obiettivo è quello di accelerare il movimento dell’industria verso computer efficienti dal punto di vista energetico”, ha detto Urs Holzle, vice direttore generale di Google. (fonte LaStampa.it)