• Articolo , 7 marzo 2007
  • Gore: l’Ue gioca un ruolo chiave

  • Secondo Gore, gli Usa, responsabili del 25% del totale delle emissioni di gas serra, dovrebbero seguire l’esempio dell’Ue, che è invece al 14%. L’Europa intanto vuole fissare l’obiettivo di riduzione del 20% al 2020.

Alla vigilia del vertice europeo previsto per giovedì e venerdì, il viceministro Usa Al Gore, al termine di una conferenza sui biocombustibili, ha dichiarato che l’Unione Europea gioca un ruolo chiave nella lotta al cambiamento climatico. ‘Sto cercando di cambiare le politiche del mio paese, ma intanto l’Europa rappresenta in assoluto la chiave per far in modo che il mondo faccia i cambiamenti che deve’, ha riferito ai reporter. L’Ue, infatti, produce il 14% delle emissioni totali di gas serra, mentre gli Usa il 25%.
I ministri europei che parteciperanno al summit dei prossimi giorni saranno chiamati a fissare l’obiettivo di riduzione delle emissioni di gas serra del 20% al 2020 rispetto ai livelli del 1990 e del 30%, nel caso in cui aderiscano anche i paesi industrializzati ed emergenti. Questi target creeranno le basi della posizione europea per un accordo internazionale finalizzato alla realizzazione di un protocollo di Kyoto dopo il 2012.
Intanto, il film di Gore “An Inconvenient Truth” ha vinto l’Oscar come migliore documentario e il governo inglese ha annunciato che sarà distribuito in tutte le scuole come parte di un pacchetto informativo. (fonte Reuters)