• Articolo , 27 maggio 2010
  • Gorizia: energia pulita a costo zero

  • Beneficiare di energia pulita senza spendere un euro. È Go Elios Family, progetto della Provincia di Gorizia in collaborazione con la Banca di Cividale. Un’iniziativa unica in Italia, che consente a ogni famiglia dell’isontino di installare sul tetto di casa un pannello fotovoltaico da 3 kiloWatt, di avvalersi dell’energia prodotta e di un contributo di […]

Beneficiare di energia pulita senza spendere un euro. È Go Elios Family, progetto della Provincia di Gorizia in collaborazione con la Banca di Cividale. Un’iniziativa unica in Italia, che consente a ogni famiglia dell’isontino di installare sul tetto di casa un pannello fotovoltaico da 3 kiloWatt, di avvalersi dell’energia prodotta e di un contributo di 300 euro a fondo perduto erogato dalla Provincia. Il tutto a costo zero per il cittadino.

La Banca di Cividale, infatti, anticiperà l’intera spesa per l’acquisto e l’installazione dell’impianto, assicurazione e spese generali comprese. Il cittadino dovrà soltanto aprire un conto con l’istituto di credito, su cui verrà accreditato, fino a quando l’impianto non sarà ripagato, il cosiddetto ‘Conto energia’, il contributo statale di 0,46 euro per ogni kiloWatt prodotto.

L’istituto di credito di Cividale ha già stanziato circa 7 milioni di euro, mentre la Provincia 100mila euro per il contributo di 300 euro a fondo perduto per ogni famiglia interessata al progetto.

Il bando per accedere ai finanziamenti sarà disponibile fra una decina di giorni. Nel frattempo si sta stilando un elenco di ditte di installatori del territorio a cui gli interessati potranno rivolgersi. Installatori che, tuttavia, dovranno rispettare la nota tecnica prevista dalla Provincia e dalla Banca di Cividale.

«Il nostro obiettivo» ha spiegato il presidente della Provincia di Gorizia, Enrico Gherghetta «è di arrivare al posizionamento di centinaia di pannelli nel nostro territorio. Intanto, abbiamo stanziato 100mila euro per i contributi, poi decideremo se proseguire in quella che è un’iniziativa storica, oltre che in anteprima nazionale». Gherghetta ha poi aggiunto: «Si sente spesso parlare di Green Economy. Più che parlarne, noi la facciamo».

«Siamo stati tra i primi soggetti a muoverci in questo campo» ha invece sottolineato il presidente della Banca di Cividale, Lorenzo Pelizzo. «Si tratta di un’iniziativa importante dal punto di vista ambientale ed economico, tanto più che non capita tutti i giorni che un ente pubblico e uno privato si mettano insieme. Per noi il vero vantaggio è rappresentato dall’apertura del conto corrente da parte di coloro che risponderanno al bando. Questo ci consentirà di fidelizzare nuova clientela e di veicolare i nostri prodotti».