• Articolo , 11 marzo 2011
  • Governare l’acqua

  • Martedì 22 marzo appuntamento a Bologna con il quarto convegno nazionale del Forum sul Risparmio e Conservazione della Risorsa Idrica “Per una gestione sostenibile, partecipata e intersettoriale della risorsa idrica”, organizzato dal Servizio tutela e risanamento risorsa acqua della Regione Emilia-Romagna. L’attuale contesto ambientale ed economico richiede l’avvio di una nuova stagione di governo della […]

Martedì 22 marzo appuntamento a Bologna con il quarto convegno nazionale del Forum sul Risparmio e Conservazione della Risorsa Idrica “Per una gestione sostenibile, partecipata e intersettoriale della risorsa idrica”, organizzato dal Servizio tutela e risanamento risorsa acqua della Regione Emilia-Romagna.

L’attuale contesto ambientale ed economico richiede l’avvio di una nuova stagione di governo della risorsa idrica. Il quadro normativo nazionale ed europeo richiede il coinvolgimento di tutti gli stakeholders operanti nel campo della gestione dell’acqua. E l’approccio partecipativo implica il loro attivo coinvolgimento in tutte le fasi di lavoro, un importante fattore di democrazia locale. Il fattore chiave è la condivisione di informazioni, esigenze, problemi e conoscenze per trasformarle in un patrimonio collettivo e condiviso. La recente attenzione rivolta al tema della “privatizzazione” dell’acqua ha ribadito l’importanza di questi meccanismi di partecipazione e condivisione.
Questo processo, talvolta richiesto anche dalle norme vigenti, s’è dimostrato di difficile realizzazione nella filiera “acqua”, a causa della grande frammentarietà delle competenze che caratterizza i soggetti interessati. Il percorso implica una progettazione condivisa delle strategie di intervento, riunendo i diversi aspetti della gestione dell’acqua e integrando quindi gli usi civili, agricoli ed industriali in una sola filiera.

Il Forum Nazionale sul Risparmio e Conservazione della Risorsa Idrica, che nasce con l’obiettivo di facilitare la comunicazione e lo scambio di esperienze tra settori che normalmente operano indipendentemente nell’ambito della gestione dell’acqua, fornisce supporto e mediazione in un approccio partecipativo al risparmio idrico.