• Articolo , 18 giugno 2007
  • Gran Bretagna: presto negli uffici pubblici energia pulita

  • Entro marzo 2008 l’Inghilterra punta a raggiungere l’obiettivo di un 10% di energia da fonti rinnovabili da utililzzare negli edifici pubblici. A questo scopo è stato stipulato un contratto con la divisione inglese della Edf Energy

Nell’ambito del piano governativo, che prevede di soddisfare almeno in parte il fabbisogno energetico degli edifici pubblici inglesi con fonti rinnovabili, si colloca il contratto stipulato con il governo britannico da Edf Energy. La società, diramazione del colosso francese, rifornirà di energia verde 300 tra dipartimenti ed enti pubblici, tra cui anche l’abitazione del primo ministro inglese in Downing Street. Il contratto prevede che almeno un terzo dell’energia fornita sia generata da fonti rinnovabili e inoltre che ogni esecutivo possa scegliere la fonte dalla quale ricavare energia. L’obiettivo posto dal governo è quello di ridurre i consumi energetici e di rendere gli edifici il più possibile indipendenti dai combustibili fossili. La prima scadenza è prevista per marzo 2008, quando il 10% dell’energia per il settore pubblico dovrà essere da fonte rinnovabile. (fonte Casaenergia.tv)