• Articolo , 11 marzo 2011
  • Grecia: il fotovoltaico non può attendere

  • L’Associazione ellenica delle Imprese Fotovoltaiche fa il punto della situazione nazionale, mettendo sotto i riflettori gli aspetti che ancora rallentano il fiorire del comparto

(Rinnovabili.it) – L’industria solare della Grecia è pronta per raggiungere l’obiettivo 2011, vale a dire veder completata entro la fine dell’anno l’istallazione di nuovi 300 MW fotovoltaici. Il merito va al Governo ellenico, che nonostante la crisi devastante del Paese è riuscito ad individuare le giuste priorità e a snellire, con una nuova legislazione, le procedure di autorizzazione e i relativi permessi ambientali. Secondo l’Associazione ellenica delle Imprese Fotovoltaiche (HELAPCO), la legge, approvata nel maggio scorso, ha rimosso gran parte del blocco burocratico finora vigente. Gli incentivi varati – la Grecia ha stabilito feed-in-traiff medio di 400 euro per MWh – e gli elevati livelli di irradiazione solare hanno visto nel 2010 quadruplicare la capacità istallata e sono stati in grado di attirare una serie di investitori portando le domande di autorizzazione ad oltre 9.500 MW in progetti.
Tuttavia un punto importante rimane aperto. Finora, infatti, i limiti sulla quantità di nuova energia da immettere in rete hanno impedito al settore solare greco di fiorire come è accaduto nella Repubblica Ceca o in Italia.

“Ci sono così tante domande che il governo non è in grado di farvi fronte, e il collegamento alla rete sta richiedendo molto più tempo di quanto dovrebbe”, ha spiegato un funzionario di HELAPCO, Stelios Psomas. “Ci vorrà del tempo prima che molti di questi progetti possano decollare”. Nelle promesse energetiche del Paese rientra anche “il progetto della Public Power Corp SA”:http://www.rinnovabili.it/la-greca-ppc-cerca-partner-per-un-progetto-solare-da-record-403667 per la realizzazione a Kozani di un parco fotovoltaico da 200 MW che, una volta a regime, produrrebbe circa 260.000 MWh l’anno.
“Il mercato sta accelerando per tutti i tipi di progetti, in particolare quelli residenziali,” ha chiarito Psomas. Ad attendere ci sono 30.000 domande per i progetti di piccole dimensioni con 5.182 MW di capacità e di 1.688 domande per grandi progetti, per un totale di 4.255 MW.