• Articolo , 2 marzo 2011
  • Green Deal: il sostegno ai meno abbienti non è reale

  • Il sostegno promesso dall’impegno green del governo potrebbe non servire a sanare le condizioni di indigenza in cui versano numerose abitazioni del Regno Unito

(Rinnovabili.it) – La coalizione di governo britannica Green Deal, studiata per rendere più accessibili ai proprietari di case le ristrutturazioni con fini di efficientamento energetico sembra, secondo quanto dichiarato dall’associazione Friends of the Earth, non essere sufficiente ad aiutare le persone più vulnerabili.
Le dichiarazioni, contenute nel documento *”Which Way Up”* redatto insieme al WWF e pubblicato oggi, esprimono le richieste del gruppo ambientalista affinchè la nuova legislazione garantisca sussidi per rendere le case meno energivore, specialmente se sono edifici in affitto, al fine di trasformarle in dimore più calde e maggiormente isolate.
Le cifre del governo indicano che su 3,1 milioni di proprietà affittate da proprietari o da agenzie di locazione, il 19% risultano poco efficienti; secondo la relazione inoltre le persone che vivono nelle case più fredde e meno isolate potrebbero risparmiare, a seguito di interventi idonei, circa 488 sterline a famiglia sulle bollette energetiche.
Migliorare le condizioni delle 750mila abitazioni proprietà private affittate nel Regno Unito potrebbe costare circa 900 sterline per effettuare le migliorie di base, tra cui l’isolamento di loft e delle pareti, mentre con una media di 2.535 sterline migliorerebbero notevolmente le performance dell’abitazione anche se per portare a completamento e ricondurre le abitazioni negli standard stabiliti si reputa necessario un investimento di 7.500 sterline.
Il risultato potrebbe rappresentare* un risparmio annuo totale di 1,87 Mt CO2* e *386 milioni di sterline sulle fatture di carburante*; notevole anche il risparmio di 859 milioni di sterline quantificato per le malattie legate all’inverno evitate, somma pagata annualmente al sistema sanitario.
“La coalizione Green Deal per ristrutturare le case britanniche lascerà molti fuori, al freddo, a meno che non sia parte di un piano globale per isolare tutte le nostre case, compreso un minimo sforzo per l’efficienza energetica standard nelle case in affitto” ha dichiarato Dave Timms, attivista di Friends of the Earth.