• Articolo , 23 aprile 2008
  • Grottammare delle nuove energie

  • Importanti novità in tema di risparmio energetico fanno capolino alla rassegna “Grottammare delle nuove energie”, la sesta edizione della conferenza nazionale dell’energia e della tecnologia che si svolgerà al Kursaal di Grottammare dal 25 al 28 aprile. Sono ad esempio tre i sistemi tecnologici proposti da Western Co che coniugano in perfetta armonia risparmio energetico, […]

Importanti novità in tema di risparmio energetico fanno capolino alla rassegna “Grottammare delle nuove energie”, la sesta edizione della conferenza nazionale dell’energia e della tecnologia che si svolgerà al Kursaal di Grottammare dal 25 al 28 aprile.
Sono ad esempio tre i sistemi tecnologici proposti da Western Co che coniugano in perfetta armonia risparmio energetico, sostenibilità ed automazione. L’azienda sambenedettese, infatti, da anni impegnata nella progettazione e produzione di sistemi di ottimizzazione dell’energia solare fotovoltaica, propone la “Leonardo Tower”, il “Lampione a LED” e il “Galileo”. Nel corso dell’iniziativa, inoltre, sarà illustrata l’ipotesi progettuale per la realizzazione di un albergo “ecologico”. “Leonardo Tower” è una stazione energetica completa, su di un palo standard per illuminazione stradale che utilizza esclusivamente energie da fonte rinnovabile e che può operare in completa autonomia attraverso varie combinazioni di energia solare, eolica e batterie. Il “Lampione a LED” segna una svolta importante nei sistemi di illuminazione autonoma, introducendo livelli di rendimento e affidabilità che apparivano irraggiungibili fino a qualche tempo fa. Il nuovo lampione è ad energia solare fotovoltaica, grazie ad una nuova sorgente di luce realizzata con diodi luminosi (LED) e si caratterizza anche per caratteristiche peculiari come la luce di colore e, dunque, una migliore percezione dei colori e dei dettagli da parte dell’occhio umano a parità di illuminazione. L’emissione di luce è inoltre unidirezionale e, quindi, assicura la totale assenza di inquinamento luminoso. L’illuminazione del piano stradale risulta superiore a quello di una lampada al sodio a bassa pressione a parità di potenza mentre la durata è superiore a qualunque tipologia di lampada a filamento o scarica di gas con una durata media, prima di un guasto (MTBF), di circa 100.000 ore. Altra caratteristica rilevante del lampione è il suo ottimo rendimento anche in situazioni di clima molto rigido grazie alla sua insensibilità alla temperatura. La sorgente luminosa, infine, è regolabile ed è composta da un numero elevato di unità indipendenti. Il “Galileo” è un sistema tutto italiano che nasce grazie al know-how di Western CO., da oltre vent’anni nel settore fotovoltaico, e sfruttando i risultati maturati da Ricerca e sviluppo “Made in Italy”. Si tratta di un sistema ad inseguimento solare che utilizza sensori di irraggiamento con un alto rendimento. Infine, non per ordine di importanza, nel corso della rassegna sarà presentato un innovativo progetto studiato per la realizzazione di un albergo ad impatto zero. «Si tratta di una novità assoluta che rivoluziona, in un certo senso, anche la concezione di turismo – ha spiegato Giovanni Cimini, presidente di Western Co e del Consorzio Elmec – ritengo infatti importante che il turismo tuteli il patrimonio sul quale fonda la sua attività sviluppandosi coerentemente ai principi di “sostenibilità” ovvero in modo da rispondere ai bisogni delle generazioni attuali senza compromettere la capacità delle generazioni future di rispondere ai propri».