• Articolo , 6 ottobre 2010
  • Gse e Confindustria alleati per far crescere le rinnovabili italiane

  • Siglato questa mattina un protocollo d’intesa tra GSE e Confindustria con l’obiettivo di sostenere il mercato delle rinnovabili “made in Italy” e aiutare gli operatori a rafforzare la loro posizione anche sui mercati esteri

Una nuova intesa per potenziare lo sviluppo in Italia della produzione di energia elettrica da fonti rinnovabili, sfruttando competenze e buone pratiche per rafforzare la presenza delle aziende italiane di settore anche sui mercati esteri. Un obiettivo a cui tendono, *grazie ad un’intesa siglata oggi, Confidustria e GSE* che con questo accordo iniziano a costruire un percorso comune per far crescere l’intera filiera delle rinnovabili italiane e individuare gli interventi più funzionali e più redditizi per promuovere la diffusione delle energie verdi nel nostro Paese. Un passo in avanti importante che il Gestore dei servizi energetici ha compiuto con il mondo dell’industria che sarà chiamato, anche in vista degli obiettivi del 2020, a nuove sfide nel campo energetico. L’intesa siglata questa mattina a Roma può infatti essere considerata come uno strumento in più di cui potrà servirsi il comparto industriale per rendere maggiormente attrattivo il mercato delle rinnovabili italiane e, allo stesso tempo, più competitivo tutto il comparto a livello nazionale.
Una nuova “alleanza rinnovabile” che è nata dall’interesse di entrambi gli interlocutori di valorizzare le eccellenze italiane, rafforzandone la competitività sia sul piano tecnologico che economico, che è il risultato di un importante lavoro di coordinamento. Un lavoro di condivisione che proseguirà grazie allo scambio di informazioni relative alla crescita industriale e occupazionale nel settore della green economy.

Grazie al protocollo d’intesa siglato con il GSE Confindustria potrà quindi accedere al portale lanciato dal Gestore dei servizi energetici, Corrente, rafforzando tutti gli strumenti di promozione degli operatori italiani su altri mercati nazionali e internazionali. In questo modo sarà più facile accedere al canale dei bandi internazionali o all’analisi dei mercati esteri, promuovendo le buone pratiche e il know how delle aziende italiane e sviluppando nuove intese commerciali. Il GSE, attiverà poi a breve anche un canale di comunicazione dedicato agli associati a Confidustria per dare assistenza e consulenza tecnica anche a tutte le associazioni e federazioni di categoria.
“La collaborazione avviata con Confindustria – ha ricordato oggi Emilio Cremona, presidente GSE – è fondamentale per fornire un ulteriore e significativo supporto all’industria italiana delle rinnovabili. Con investimenti adeguati e con uno sfruttamento medio delle opportunità nel comparto delle fonti rinnovabili l’Italia può diventare un paese leader dal punto di vista tecnologico, esportando alcuni dei sistemi di produzione del settore delle rinnovabili”. Grande soddisfazione è stata espressa per la firma dell’accordo anche da Giampaolo Galli, Direttore Generale di Confindustria: “Il target di sviluppo delle energie rinnovabili al 2020 – ha sottolineato Galli – può rappresentare un’importante opportunità di crescita economica, purché sia accompagnata dalla creazione di un tessuto industriale che operi sull’intera filiera del comparto. Per questo motivo è fondamentale fornire alle imprese italiane un quadro normativo stabile e soprattutto chiaro. In tal senso il portale di comunicazione diretta con il GSE rappresenta uno strumento prezioso per aiutare le nostre imprese a pianificare gli investimenti, innalzare lo standard di innovazione tecnologica ed essere così presenti sui nuovi mercati”.