• Articolo , 14 settembre 2010
  • GSE: pubblicato il Rapporto delle attività 2009

  • Il GSE pubblica il Rapporto 2009 mettendo in chiaro i numeri delle proprie attività: certificati verdi, tariffe onnicomprensive, conto energia e CIP 6 rivelano un’Italia in cui le rinnovabili suscitano particolare interesse

(Rinnovabili.it) – Il GSE ha pubblicato sul proprio “sito internet”:http://www.gse.it/Pagine/default.aspx il “rapporto delle attività”:http://www.gse.it/IL_GSE/Rapporto/RAPPORTO%20ATTIVITA%20GSE%202009.pdf svolte nel corso del 2009 realizzando una panoramica completa e dettagliata di tutto ciò che è stato fatto nell’ambito dei certificati verdi, della Tariffa Onnicomprensiva, del Conto Energia, del riconoscimento della cogenerazione e dei CIP 6.

Per ciò che riguarda la *Qualifica IARF* vale a dire di “Impianto Alimentato a Fonti Rinnovabili”, il GSE ha dichiarato di aver ricevuto 913 domande di riconoscimento per un totale, nei dieci anni di vita del meccanismo dei certificati verdi, di 5.000 richieste. Nel solo 2009 le qualifiche ammontano a 3.222: si tratta di 2.202 impianti in esercizio, gran parte dei quali idroelettrici (1.163), anche se la maggiore capacità istallata riconosciuta interessa l’eolico, con nuovi impianti per 4.113 MW su 6.691 MW totali, e 1.020 per progetti per cui è stata rilevata una crescita notevole degli alimentati a bioliquidi, con una potenza totale stimata di 1.176 MW.

*Certificati Verdi*: il numero è impressionante, si tratta di 16 milioni di certificati emessi nel solo 2009 con il conseguente eccesso dell’offerta rispetto a quanto ritenuto obbligatorio, ossia 8,5 milioni ci certificati. A riceverne il maggior numero il settore idroelettrico ed eolico, con un 34% del totale affidato ad impianti già esistenti che hanno apportato migliorie.

L’accesso alla *Tariffa Onnicomprensiva* è stato invece richiesto da 565 impianti per una potenza totale di 320 MW, domande che, per la maggior parte, provengono dal settore idroelettrico, biogas e biomassa.

In riguardo al *Conto Energia* i dati hanno rilevato, a fine 2009, 71.251 impianti entrati in esercizio per 1.137 MW istallati. Rispetto al totale 5.724 strutture sono nate sotto il primo conto energia (164 MW) mentre 65.527, per una potenza di 973 MW, sono attivi grazie al secondo conto energia. Per quanto riguarda il valore dell’incentivazione il GSE informa che il sostegno al fotovoltaico per l’anno in questione ammonta a 300 milioni di euro corrispondenti a quasi 0,69 TWh.
*CIP 6*: nel 2009, causa la scadenza delle convenzioni, è diminuita la quantità di tale energia ritirata dal Gestore, quantificata in 36 TWh (-10 TWh rispetto al 2007 e -5,5 TWh rispetto al 2008). Di pari passo è diminuita anche la remunerazione media di tali impianti circa 97 €/MWh per l’energia prodotta da fonti assimilate (-16 €/MWh rispetto al 2008) e 183 €/MWh per quella prodotta da rinnovabili (anche per esse -16 €/MWh rispetto al 2008) e, come si legge nel comunicato diffuso, “i 4,1 miliardi di euro necessari per il ritiro dell’energia Cip 6 nel 2009 sono stati coperti per 2,3 miliardi grazie alla gestione della medesima energia da parte del GSE (vendita sul mercato e contratti per differenza) e per 1,8 miliardi mediante la componente A3”.