• Articolo , 2 novembre 2009
  • GSE: rinnovabili, il 16,7% sul bilancio elettrico 2008

  • Pubblicato il grafico del bilancio elettrico italiano aggiornato al 31 dicembre dello scorso anno per evidenziare la quota delle energie alternative sul fabbisogno nazionale

(Rinnovabili.it) – Il Gestore dei servizi elettrici (GSE) ha pubblicato, nella sua sezione Statistiche, il “grafico”:http://www.gse.it/attivita/statistiche/Documents/BILANCIO.pdf riassuntivo del 2008 in termini di bilancio elettrico italiano, evidenziando la quota che in esso è rappresentata dalle fonti rinnovabili, a completamento del “rapporto”:http://www.gse.it/attivita/statistiche/Documents/StatIta1.pdf rilasciato lo scorso 22 ottobre. La crescita registrata lo scorso anno ha fatto si che le fonti di energia pulita abbiano contribuito, con i loro 56,9 TWh totali prodotti, al 16,7% alla domanda elettrica nazionale, a fronte del 13,7% registrato invece nel 2007.
Il primato contributivo rimane ovviamente all’idroelettrico: nonostante sia la fonte cresciuta di meno nei dodici mesi in questione mantiene la sua egemonia con una produzione pari a 41,1 TWh ( il 12,1% del totale). A seguire il geotermico, con 5,2 TWh, l’eolico, con 4,9 TWh, le biomasse, con 2,7 TWh, il biogas e i rifiuti biodegradabili con 1,4 TWh ciascuno e il solare fotovoltaico con 0,2 TWh. La parte da leone rimane dunque all’idroelettrico da pompaggio ed alla termica tradizionale che sommate assieme rispondono al 71,5% della richiesta di energia elettrica del Paese, traducibile in 242,6 TWh sui 339,5 totali.