• Articolo , 19 dicembre 2008
  • Honda, addio alla F.1 e via con le moto elettriche

  • Novità dalla Casa dell’Ala dorata: il futuro che si immaginava potrebbe arrivare in due anni, motore elettrico al posto di quello endotermico

E’ un momento cruciale per l’azienda giapponese. Pochi giorni fa’ l’annuncio del ritiro dalle competizioni di Formula Uno. Ora l’a.d. Takeo Fukui, nel discorso annuale sull’andamento dell’Azienda, ha dichiarato che un modello di motocicletta elettrica sarà realizzato entro due anni. Quindi dalla tecnologa mirata alle competizioni (che pure aveva poi una ricaduta sulla produzione di serie) , a investimenti diretti e mirati a prodotti che soddisfino il principio di mobilità sostenibile.
Spiega Fukui che la Honda sta sviluppando una moto con propulsore elettrico a batteria ad emissioni zero di CO2, una motorizzazione che potrebbe essere anche più funzionale per le due ruote piuttosto che per le quattro. Ormai infatti moto e scooter vengono utilizzati sempre più in percorsi cittadini e quindi su brevi distanze, annullando quasi il problema della limitata autonomia. Su questa strada ci sono stati diversi precedenti, dalla svizzera Quantya, con una due ruote da enduro, dalla Vectrix con un maxi-scooter e la Ktm con una moto sempre da enduro.
Però nel caso della Honda si tratta di un grosso gruppo motoristico impegnato sul fronte dell’auto e quello delle moto, e che ha una esperienza già nel campo automobilistico.