• Articolo , 20 febbraio 2008
  • Hypo Group sostiene la realizzazione di impianti fotovoltaici

  • Per sostenere l’utilizzo di fonti energetiche alternative e rinnovabili, Hypo Group Alpe Adria ha ideato un nuovo strumento di finanziamento a imprese e privati che intendono dotarsi di un impianto fotovoltaico. Il prodotto risulta, poi, complementare agli incentivi riconosciuti dallo Stato, così da rendere particolarmente interessante l’investimento. L’istituto, operante in tutto il Nord Italia e […]

Per sostenere l’utilizzo di fonti energetiche alternative e rinnovabili, Hypo Group Alpe Adria ha ideato un nuovo strumento di finanziamento a imprese e privati che intendono dotarsi di un impianto fotovoltaico. Il prodotto risulta, poi, complementare agli incentivi riconosciuti dallo Stato, così da rendere particolarmente interessante l’investimento. L’istituto, operante in tutto il Nord Italia e da poco anche in Toscana, ha studiato una formula che segue passo a passo il cliente, dalla spesa per l’installazione dell’impianto fino alla gestione dei flussi di cassa derivanti dalle tariffe incentivate versate dal Gestore nazionale della rete elettrica cui si cede l’elettricità prodotta. In Italia la potenza fotovoltaica attuale è di 69mila KW, generata da oltre settemila impianti. La gran parte di essi è inferiore ai 50 KW, pari a 6.986, mentre quelli di maggiori dimensioni sono 46. È la Lombardia la regione con il maggior numero di impianti di generazione, 1.215 per 7.575 KW, seguita dall’Emilia Romagna (861 impianti per 6.182 KW) e dal Veneto (749 impianti per 4.708 KW). Sul fronte dei grossi impianti, invece, la leadership è appannaggio del Trentino Alto Adige, dove tredici strutture generano una potenza di 3.834 KW. Sono ancora notevoli gli spazi di sviluppo e diffusione di questa fonte energetica e Hypo Group Alpe Adria ha deciso di ideare un apposito strumento di sostegno all’installazione di impianti fotovoltaici. Il finanziamento iniziale può avvenire attraverso leasing strumentale, ideale per le Pmi che si dotano di impianti parzialmente integrati all’immobile, oppure prestito chirografario fino a 10 anni, adatto ai privati e alle Pmi che optano per impianti sia perfettamente integrati sia realizzati su terreni liberi. La potenza installata del pannello fotovoltaico deve essere da minimo di 1 KW fino a 20 KW, oltre il cui limite gli impianti sono considerati industriali e pertanto richiedono l’ottenimento della valutazione di impatto ambientale. Hypo segue, poi, il cliente per tutto il tempo dell’ammortamento dell’impianto. Infatti, il prodotto prevede un apposito conto corrente di appoggio dove poter canalizzare i flussi di cassa derivanti dagli incentivi del Gestore. A questo si associa anche una polizza assicurativa a copertura di eventuali danni agli impianti che ne inficino l’utilizzo. “Intendiamo dare, così, la possibilità a piccole imprese e privati di dotarsi di impianti fotovoltaici di qualsiasi tipologia – commenta il vicedirettore generale Sandro Ballerino – l’Italia si è dato un obiettivo importante, raggiungere cioè i tremila Mw di potenza fotovoltaica installata entro il 2016. L’utilizzo sempre maggiore di fonti alternative agli idrocarburi è una strada necessaria e che nel tempo premierà chi ha creduto e investito in questi settori”.