• Articolo , 12 marzo 2009
  • I Comuni Terre dell’Olio e del Sagrantino si riuniscono per pianificare l’installazione del fotovoltaico

  • I comuni interassati puntano sulla necessaria politica di informazione alla cittadinanza

Ieri, mercoledì 11 marzo, a Bevagna, il presidente della “Unione dei Comuni Terre dell’Olio e del Sagrantino”, Enrico Bastioli, ha riunito tecnici e assessori del comparto Urbanistica di ogni comune aderente al sodalizio istituzionale per discutere di “Gazebo e Impianti Fotovoltaici”.

L’impiego su vasta scala di fonti energetiche rinnovabili rappresenta una azione efficace se si adottano tutte le strategie per ridurre i consumi poiché l’energia meno cara è proprio quella che non si consuma. Il risparmio è fondamentale rispetto all’impiego, ad esempio, del calore solare. In tale ottica le utenze elettriche presentano dei notevoli potenziali di riduzione dei consumi che possono essere ottenuti cambiando il comportamento ed evitando gli sprechi, sostituendo apparecchiature vecchie con altre ad elevata efficienza che, a parità di prestazioni erogate, richiedono un consumo inferiore.
Risparmi notevoli possono anche essere conseguiti attraverso un comportamento più consapevole da parte degli utenti e delle famiglie. Nel contesto territoriale della “Unione dei Comuni Terre dell’Olio e del Sagrantino” gli amministratori e i responsabili di settore stanno portando avanti un programma di condivisione degli obiettivi che sta coinvolgendo gli uffici preposti in un progetto che riguarda proprio il sistema fotovoltaico.
Gli otto comuni interessati (Bevagna, Campello sul Clitunno, Castel Ritaldi, Giano dell’Umbria, Gualdo Cattaneo, Massa Martana, Montefalco e Trevi) hanno già preso contatti con aziende che installano i gazebo e i pannelli fotovoltaici e stanno illustrando ai cittadini le modalità di accesso a questa nuova forma di risparmio energetico. Alla riunione di mercoledì 11, a Bevagna, era presente il Dottore Rodolfo Scoscia dell’Ufficio Urbanistica della Regione Umbria.