• Articolo , 17 settembre 2010
  • I mutamenti climatici non cessano

  • Alla conferenza di presentazione di Klimaenergy il climatologo Luca Mercalli parla dei cambiamenti climatici nonostante l’impegno nelle energie rinnovabili.

(Rinnovabili.it) – Si è tenuta oggi la conferenza stampa di presentazione della terza edizione di “Klimaenergy”, la fiera internazionale delle energie rinnovabili per usi commerciali e pubblici, che si terrà dal 23 al 25 settembre alla fiera di Bolzano. A presenziare la conferenza il Presidente della Società Meteorologica Italiana, Luca Mercalli, il quale ha partecipato all’incontro mediante videoconferenza da Torino, risparmiando i 36 kg di CO2 che avrebbe immesso in atmosfera se avesse intrapreso il viaggio in treno fino a Bolzano. Nel corso dell’incontro il climatologo ha annunciato che, nostro malgrado, i cambiamenti climatici non cesseranno il loro corso, nonostante tutti gli sforzi fatti dalla Comunità Europea in materia di energia rinnovabili.“Da quanto emerge dalle statistiche, l’estate del 2010 si posiziona in Italia al 14esimo posto come estate più calda dal 1800 e il ghiacciaio Ciardoney nel parco piemontese del Gran Paradiso ha perso quest’anno un metro di spessore. Un dato meno grave rispetto agli anni più caldi che abbiamo avuto recentemente (nel 2003, per esempio, lo spessore si era ridotto di 3 metri), ma comunque un dato sempre preoccupante”, ha affermato Mercalli. Il 6 settembre scorso è stato infatti eseguito il bilancio di massa e le variazione frontali sul ghiacciaio del Gran Paradiso, evidenziando una riduzione di 10 metri all’apice sinistro della montagna con un arretramento medio di 5 metri per un totale di 346 dal 1971. Non bisogna però farsi scoraggiare da questi preoccupanti dati, perché si può fare ancora tanto per migliorare la strategia energetica adottata dall’Italia negli ultimi anni in materia di approvvigionamento ed efficienza energetica, nel rispetto della sostenibilità ambientale. A tal proposito Klimaenergy si propone come trampolino di lancio per le energie rinnovabili verso gli obiettivi del 2020.