• Articolo , 28 giugno 2010
  • I prezzi scendono e si prevedono altri 17 GW PV entro il 2011

  • Il fotovoltaico cinese continua a crescere e le previsioni parlano di un aumento della produzione e di un ulteriore calo dei costi di vendita che spingeranno avanti il mercato del solare cristallino e a film sottile garantendo anche l’aumento del numero delle istallazioni

(Rinnovabili.it) – Le istallazioni solari sul pianeta raggiungeranno i 13 GW istallati entro la fine dell’anno, arrivando a 17 GW entro il 2011. Secondo una ricerca la crescita della produzione sarà compensata dal calo dei prezzi, sperando nella “creazione di un ciclo virtuoso che porti al calo del costo di produzione e alla moderazione dei prezzi medi di vendita dei moduli (ASP) che siano così di stimolo alla crescita della domanda”, ha spiegato un portravoce della Goldman Sachs Gao Hua, una filiale della cinese Gao Hua Securities Investment Research.
Il Clean Energy team della Goldman ha condotto la ricerca basandasi sull’ipotesi di crescita della vendita di moduli fotovoltaici stimolata anche dal basso costo richiesto dai produttori cinesi per la tecnologia fotovoltaica thin-film e per i moduli cristallini “Pensiamo che la domanda possa rimanere alta qualora il governo disponga per una maggiore generazione di energia rinnovabile, se il settore finanziario sarà pronto e disponibile e nel caso in cui la domanda interna e la scala di utilità aumentino” hanno riferito.
La ricerca ritiene anche che i produttori di moduli cristallini e a film sottile continueranno a conquistare quote di mercato grazie al conveniente costo dei moduli, inferiore del 30% rispetto ai costruttori europei e giapponesi “Questo dovrebbe incoraggiare la realizzazione di ulteriori impianti, in modo da ottimizzare la capacità produttiva e il ritorno del capitale” rivela il documento aggiungendo la possibilità che il prezzo dei moduli continui a scendere con percentuali che vanno dal 27% nel 2010 e di un ulteriore 15% nel 2011, andando a pareggiare sempre più il costo delle energie rinnovabili alle tradizionali.