• Articolo , 9 giugno 2009
  • Idroelettrico sul fiume Ibar

  • Dal connubio Italia-Serbia probabilmente nasceranno nove centrali idroelettriche lungo il corso del fiume Ibar. L’energia pulita avvicina i Paesi

(Rinnovabili.it) – C’è in progetto la costruzione di nove centrali idroelettriche lungo il corso del fiume Ibar. Le due società interessate, la EPS (Elektroprivreda Serbia) e l’italiana SECI Energia, hanno siglato l’accordo che prevede le modalità di progettazione e gli studi di fattibilità per la realizzazione degli impianti.
Il Direttore Generale della EPS, Dragomir Markovic, si è dichiarato molto fiducioso riguardo alle prestazioni energetiche delle centrali, soprattutto perché nell’affare è coinvolto il governo italiano. Allo stesso modo l’ad della SECI Energia, Gaetano Maccaferri, ha dichiarato: “la costruzione di nove centrali idroelettriche è molto importante per la Serbia e per l’Italia, perché contribuirà a sviluppare il settore energetico del Paese e i rapporti di cooperazione tra i due Paesi”. “Questo progetto consente, da una parte, di ottenere un approvvigionamento costante di energia mediante fonti rinnovabili, e dall’altra la possibilità per la Serbia a sfruttare al meglio le potenzialità energetiche che possiede”.