• Articolo , 23 giugno 2010
  • Idroelettrico UK: richieste di licenze sestuplicate in un decennio

  • Alla Gran Bretagna piace l’idroelettrico, non ci sono dubbi. L’Environment Agency rivela previsioni in crescita per il settore: nel 2020 le richieste arriveranno a 1200

(Rinnovabili.it) – Interesse record nei confronti dei progetti idroelettrico. Secondo i dati diffusi dall’Environment Agency le domande britanniche per i progetti di sfruttamento della risorsa idrica per fini energetici sarebbero sestuplicati nell’ultimo decennio, con 31 licenze concesse solo nell’anno passato. A tal proposito il Watchdog ha rivelato dati importanti: rispetto alle cinque licenze accordate nel 2000 con tutta probabilità il 2010 risulterà un anno record, con 29 progetti già accordati e 166 in via di analisi.
L’Agenzia prevede inoltre che gli incentivi governativi continueranno a guidare l’espansione del settore azzardando che il numero degli impianti idroelettrici arriverà a 1200 entro il 2020 dagli attuali 400, dati rivelati dal presidente dell’Environment Agency in occasione della _Conferenza CIWEM National Hydropower_ nella quale è stata anche annunciata l’intenzione di semplificare l’iter burocratico per l’approvazione di nuovi progetti.
“La sfida è volta ad incoraggiare la diffusione delle energie rinnovabili, costruire la fiducia della popolazione, soddisfare gli obblighi sulla conservazione della natura e dell’ambiente e non aumentare il rischio di inondazioni”, ha spiegato “Ci siamo impegnati per ottenere il giusto equilibrio normativo – che renda il più semplice possibile per le organizzazioni ad applicare per i permessi di energia idroelettrica, pur proteggendo l’ambiente locale.”.