• Articolo , 7 novembre 2007
  • Iea: nel 2030 fabbisogno energetico + 55%

  • E’ stata presentata a Londra una valutazione sui consumi energetici condotta dall’International Energy Agency. La Cina sarà il primo consumatore già verso il 2010

Il consumo mondiale di energia aumenterà del 55% entro il 2030, con un tasso medio annuo pari al 1,8%, a meno di misure per incentivare i risparmi. Un ritmo di crescita del genere si tradurrà in un’ascesa costante delle emissioni di anidride carbonica, che nel periodo 2007-2030 potrebbero far aumentare di 6 gradi la temperatura del pianeta. Queste le valutazioni del World energy outlook, presentato a Londra dall’Agenzia internazionale per l’energia (International Energy Agency – Iea).
Quasi la metà del consumo è da attribuire ai membri dell’OCSE (Organizzazione per la Cooperazione e lo Sviluppo Economico), ma la loro quota diminuisce mano a mano che aumenta il consumo dei Paesi asiatici, come la Cina e l’India. Quest’ultima, secondo l’agenzia, diventerà il primo consumatore di energia già verso il 2010. (Fonte Il Sole 24 Ore Radiocor)