• Articolo , 18 marzo 2009
  • IIR: “Sviluppo e gestione operativa del parco eolico”

  • Conto alla rovescia per la prima conferenza dal taglio strettamente Operativo, per conoscere le soluzioni agli ostacoli che più frequentemente si incontrano in tema di wind farm

Superare le difficoltà dell’Iter Autorizzativo, conoscere le ultime novità normative, valutare, prevedere e migliorare le prestazioni dell’impianto. Queste sono solo alcune delle finalità di “Sviluppo e gestione operativa del parco eolico”, il convegno organizzata dall’Istituto Internazionale di Ricerca per le giornate del 25 e 26 Marzo nel capoluogo campano. Un’irripetibile occasione di confronto per chi è già nel settore o si appresta ad entrarvi, per conoscere le soluzioni agli ostacoli che più frequentemente si incontrano nello sviluppo e nella gestione del parco eolico ed avvantaggiarsi da subito del know-how creato dalle precedenti esperienze. Un incontro ancor più fondamentale se si considera come attualmente l’energia eolica sia tra le rinnovabili quella che garantisce il più rapido ritorno di investimento ed il suo potenziale nel territorio italiano è vastissimo. Non solo le grandi compagnie energetiche stanno investendo in questo settore: il mercato dell’eolico in Italia cresce di circa il 30% ogni anno e secondo le stime ANEV la potenza installata potrebbe raggiungere i 27,2 TWh nel 2020. E sarà proprio il presidente dell’Anev, Oreste Vigorito ad aprire i lavori della due giorni che vedrà tra gli altri gli interventi di Enel Vestas, Aeeg, Cesi Ricerca, Enea e Terna. Inoltre, nove ‘case study’ e una tavola rotonda per discutere con le Regioni invitate – Campania, Marche, Sicilia, Abruzzo, Puglia e Sardegna – sulle modalità con cui gli Enti stanno procedendo riguardo l’autorizzazione e lo sviluppo di Parchi Eolici nel proprio territorio. Il programma è scaricabile in formato pdf “qui”:http://www.iir-italy.it/upload/general/A4034RINNO.pdf.