• Articolo , 14 ottobre 2009
  • Il “consumatore abile” ad Ecomondo (28/31 ottobre): le iniziative della Regione

  • Il conto alla rovescia per Ecomondo è iniziato. La fiera internazionale del “Recupero di materia ed energia e dello sviluppo sostenibile” si aprirà a Rimini il 28 ottobre e la Regione, anche quest’anno, sarà presente con il suo stand per far conoscere le proprie politiche in tema ambientale e per promuovere le tante iniziative di […]

Il conto alla rovescia per Ecomondo è iniziato. La fiera internazionale del “Recupero di materia ed energia e dello sviluppo sostenibile” si aprirà a Rimini il 28 ottobre e la Regione, anche quest’anno, sarà presente con il suo stand per far conoscere le proprie politiche in tema ambientale e per promuovere le tante iniziative di cui è protagonista. Una vetrina irrinunciabile per l’Emilia-Romagna, che crede fortemente nelle opportunità della green economy e dello sviluppo sostenibile, e che tanto sta investendo in iniziative di educazione ambientale e nella promozione di stili di vita compatibili, oltre che in interventi di tutela del territorio e di qualificazione ambientale.

Ecomondo in numeri
L’appuntamento con Ecomondo, giunto alla tredicesima edizione, si annuncia ricco di eventi e spunti interessanti: quattro giorni in cui 1.500 aziende e organizzazioni, in uno spazio espositivo di 110mila metri quadrati, faranno conoscere al pubblico proposte e novità relative ai diversi settori merceologici della green economy. Almeno 60mila i visitatori attesi quest’anno, considerando che negli ultimi sei anni la fiera ha avuto un incremento di ingressi del 72%, a dimostrazione che il mondo dell’economia e dello sviluppo eco-compatibile suscita sempre maggiore interesse.
Cinque i “continenti” che formano il grande “eco-mondo” che si metterà in mostra durante la manifestazione, corrispondenti ai cinque principali settori interessati dalle tematiche ambientali: ciclo completo del rifiuto e imballaggio; bonifiche; ciclo dell’acqua e qualità dell’aria; organismi nazionali e internazionali; rischi e sicurezza. Sono invece 83 in tutto gli eventi in programma, tra convegni, forum, dibattiti, dimostrazioni, incontri, presentazioni di aziende e iniziative.

Imparare a stare al mondo
In questo ampio e diversificato universo si inserisce la Regione, che partecipa ad Ecomondo con uno stand declinato sui temi della seconda edizione della campagna di comunicazione ConsumAbile. E’ il consumatore infatti ad essere il protagonista di un progetto di sensibilizzazione messo a punto per contribuire con consigli semplici e pratici a costruire – partendo dalle scelte di ogni giorno e dagli stili di vita – un modello di sviluppo “capace di soddisfare i bisogni del presente senza compromettere quelli del futuro”. Partendo da una consapevolezza di fondo: il 20% della popolazione mondiale consuma oltre l’80% delle risorse.
Consumo che per forza di cose avviene accumulando, scartando, inquinando.
“Abile” è quindi il consumatore che agisce criticamente e rompe questo schema. E lo fa ricorrendo a fonti energetiche rinnovabili, riducendo la produzione di rifiuti, sfruttando il riuso di oggetti quotidiani, utilizzando tecnologie eco-efficienti. Un cittadino che abita, si nutre, si cura, si muove e si diverte in modo intelligente.
“Impariamo a stare al mondo” è infatti lo slogan della campagna e anche il suo obiettivo. Tante buone pratiche e suggerimenti davvero applicabili da tutti nella vita quotidiana, che diventano un vero e proprio “libretto di istruzioni”. Un modo per rinnovare il patto tra istituzioni e cittadini all’insegna della sostenibilità, e proporre una chiave d’accesso per un modello di sviluppo alternativo. E nello stand della Regione ci sarà appunto un video-box a disposizione dei visitatori per la raccolta delle proprie testimonianze di stile di vita o le promesse di cambiamento sulla via della sostenibilità. I filmati raccolti verranno poi pubblicati sul portale Ermesambiente e sul canale Youtube di Ermesambiente.
Biglietto da visita con cui la Regione si presenta a Ecomondo, la campagna ConsumAbile è declinata nelle cinque “abilità” del consumatore di nuova generazione, che agisce in maniera consapevole nei vari ambiti di azione possibile: risparmio, alimentazione, sostenibilità domestica, stili di vita, mobilità.
Per diffondere i messaggi e le pratiche eco-compatibili, la campagna comprende anche l’allestimento di 25 info point all’interno di centri commerciali e di eventi particolari. E’ prevista inoltre una campagna di spot radiofonici a copertura regionale su otto emittenti. Ecco quindi l’ABC per diventare “consumatori sostenibili”.

Per consumare meno fai il pieno di attenzione
Le piccole azioni quotidiane come prima e importante fonte di risparmio individuale e collettivo: questo il messaggio alla base di RisparmiAbile, che fa riferimento alla predente edizione della campagna ConsumAbile, focalizzato sui consumi di luce, gas e acqua, anche con l’obiettivo di limitare l’importo delle bollette. Spegnere le luci quando non servono e utilizzare lampade a basso consumo. Non lasciare in stand-by televisore e computer perché continuano ad assorbire energia. Acquistare elettrodomestici efficienti e usare la lavatrice e la lavastoviglie sempre a pieno carico, in modo da ridurre i lavaggi e far durare gli elettrodomestici più a lungo. Sono solo alcune delle indicazioni fornite dall’iniziativa, che verranno ribadite nel corso di Ecomondo. Ma importanti messaggi riguardano anche il risparmio dell’acqua: nel terzo mondo, oltre un miliardo di persone non ne dispone a sufficienza e anche altrove comincia a scarseggiare. Fondamentale quindi ridurre i consumi montando frangigetto sui rubinetti di casa e sciacquoni a doppio tasto per regolarne la quantità. Altri consigli utili sono quelli di chiedere il rubinetto tra un risciacquo e l’altro mentre ci si lava, preferire la doccia al bagno, evitare di far bollire acqua in eccesso.