• Articolo , 25 marzo 2008
  • Il “sole” della Cina inquina

  • La Cina è oramai tra i leader mondiali per la produzione di fotovoltaico, grazie ad una capacità di 1.500 MW stimati nel 2007. Un mercato per lo più finalizzato all’esportazione, dal momento che il 90% del prodotto finisce in Europa, Usa e Giappone. Il colosso asiatico impegnato a sviluppare l’industria del fotovoltaico tuttavia non presta […]

La Cina è oramai tra i leader mondiali per la produzione di fotovoltaico, grazie ad una capacità di 1.500 MW stimati nel 2007. Un mercato per lo più finalizzato all’esportazione, dal momento che il 90% del prodotto finisce in Europa, Usa e Giappone. Il colosso asiatico impegnato a sviluppare l’industria del fotovoltaico tuttavia non presta troppa attenzione ai rifiuti tossici prodotti dalle sue fabbriche di polisilicio, con il risultato di incrementare maggiormente l’inquinamento del Paese.