• Articolo , 22 marzo 2010
  • Il 10% del fabbisogno energetico americano dal fotovoltaico

  • Quanto emerge da un rapporto dell’Environment America Research & Policy Center

(Rinnovabili.it) – Secondo la “ricerca”:http://www.environmentamerica.org/uploads/37/06/370684e48c4a60d6c25763175070f0ae/Building-a-Solar-Future.pdf , effettuata da una delle maggiori associazioni ambientaliste statunitensi, adottando l’energia solare in larga scala l’America potrebbe fronteggiare il problema dei cambiamenti climatici, riducendo la dipendenza dai combustibili fossili e la necessità di trovare soluzioni al global warming, fungendo anche come ottima risorsa per l’economia. Grazie alle diverse tecnologie che sfruttano le radiazioni solari, entro il 2030, più del 10% dell’energia utilizzata in America potrebbe derivare dal loro impiego. L’energia solare può essere convertita in elettricità sostituendo i combustibili fossili in molti dei suoi impieghi: impianti elettrici, industrie, ma anche nelle nostre case e nei nostri mezzi di trasporto, riducendo l’emissioni nocive dall’89 al 98% circa. Molteplici le tecnologie solari utilizzabili: fotovoltaico,per la produzione di elettricità; impianti a concentrazione solare (CSP), ovvero sistemi di specchi in grado di catturare le radiazioni solari, utilizzabili immediatamente sottoforma di calore o accumulabili per produrre in seguito elettricità, sia di giorno che di notte; pannelli termici, per la produzione di acqua calda nonché sistemi passivi per l’edilizia. Ogni tecnologia può essere adattata ad ogni necessità; è infatti possibile realizzare edifici con impatto energetico pari a zero, in grado di produrre tanta energia nella quantità realmente consumata, infatti installando pannelli solari sui tetti di circa il 35-40% delle abitazioni, si produrrebbero 712 GW di potenza energetica. Per quanto riguarda gli edifici commerciali esistono molte opportunità di applicazione delle tecnologie solari, un esempio potrebbe essere l’installazione di sistemi di illuminazione fotovoltaici che ridurrebbero i costi energetici per un buon 15-20%. A livello industriale, in particolare per le industrie alimentari, aziende chimiche e tessili, si potrebbe sfruttare l’energia solare per fornire calore ai sistemi di riscaldamento. Molti ancora i settori che ricaverebbero dei vantaggi dal fotovoltaico: il settore agricolo, i trasporti, l’edilizia oltre che negli edifici adibiti a mansioni sociali scuole, uffici amministrativi ecc. Ma affinché tutto questo possa avvenire, come si legge nel rapporto, il Governo americano e le Amministrazioni locali dovrebbero eliminare le barriere che impediscono una più ampia diffusione del solare, e adottare politiche incentivanti perché l’energia solare possa diventare l’energia del futuro.