• Articolo , 21 giugno 2011
  • Il Brasile punta sull’idroelettrico per una fornitura sicura e green

  • “Il Brasile continuerà ad investire in impianti idroelettrici per garantire l’approvvigionamento di energia elettrica in modo sostenibile per tutti i brasiliani” ha esordito così il ministro dell’energia brasiliano Márcio Zimmermann

(Rinnovabili.it) – “Il Brasile continuerà ad investire in impianti idroelettrici per garantire l’approvvigionamento di energia elettrica in modo sostenibile per tutti i brasiliani”, è questo il messaggio lanciato dal segretario esecutivo del Ministero delle miniere e dell’energia, Márcio Zimmermann, nel suo discorso all’apertura del *Congresso mondiale dell’idroelettrico* promosso dall’associazione dell’energia idroelettrica internazionale (IHA).
Zimmermann ha inoltre ricordato che il Brasile ha una delle matrici energetiche più pulite del mondo e la partecipazione delle fonti rinnovabili nel mix brasiliano equivale a circa il 46%, mentre nel mondo è del 13%. “Specificamente nella generazione di energia elettrica nel 2010, le fonti rinnovabili, principalmente attraverso la produzione di energia idroelettrica, erano responsabili di circa il 90% della matrice, mentre la media mondiale è il 18%,” ha aggiunto.
Attraverso il Congresso mondiale si potrà quindi promuovere la discussione sulle rinnovabili e costruire strategie e azioni che possano garantire lo sviluppo sostenibile dell’energia idroelettrica.
“Armonizzare lo sfruttamento del potenziale idroelettrico con la conservazione dell’ambiente è la grande sfida del governo brasiliano. Un esempio di successo è l’impianto di Itapu, una partnership internazionale che ha mostrato ciò che è possibile dallo sviluppo dell’energia idroelettrica in sintonia con l’ambiente e il benessere delle Comunità” ha riferito.