• Articolo , 14 maggio 2010
  • Il Canada guarda alle eccellenze italiane della filiera legno-energia

  • Una delegazione della Canadian Bioenergy Association ha visitato alcuni impianti lombardi per studiare tecnologie e buone pratiche adottate nella filiera italiana. Obiettivo: esportare in Canada nei prossimi anni competenze e modelli già sviluppati nel nostro Paese

(Rinnovabili.it) – Una due giorni di visite agli impianti e colloqui con tecnici di settore per illustrare le eccellenze nelle diverse applicazioni italiane nel teleriscaldamento a biomassa legnosa negli impianti lombardi. Ieri e oggi, infatti, una delegazione della _CanBio, Canadian Bioenergy Association_ , composta da trenta esperti e componenti accademici delle Università canadesi, ha visitato gli impianti “Fiper”:http://www.fiper.it/ TCVVV spa di Tirano e I Leprotti di Abbiategrasso. Un patrimonio di esperienze che è stato condiviso con i rappresentanti canadesi guidati dal presidente e direttore esecutivo della CanBio, Douglas Bradley, nell’incontro promosso per illustrare l’intero funzionamento della filiera legno-energia lombarda. Un’esperienza, quella italiana, che potrebbe varcare presto i confini nazionali per essere esportata proprio in Canada dove, all’interno delle zone rurali, nonostante la grande disponibilità di biomassa legnosa, la filiera di trasformazione del legno in energia termica ed elettrica è ancora in via di sviluppo. L’Ambasciata del Canada ha selezionato le esperienze più significative nel panorama italiano ed austriaco, al fine di illustrare alla delegazione le diverse opzioni tecnologiche applicabili a seconda della specificità dei contesti montani e rurali di riferimento.