• Articolo , 5 settembre 2008
  • Il Comune di Palermo aderisce a Campagna “My Future”

  • Il Comune di Palermo aderisce alla campagna nazionale “My future – energia e riuso a scuola” di Legambiente, Vodafone ed Enel, che prevede l’implementazione nelle scuole di strutture ed impianti a ridotto consumo, per incentivare l’utilizzo di energie alternative. La Giunta, a questo proposito, ha approvato oggi la delibera predisposta dall’assessore comunale all’Ambiente Francesca Grisafi. […]

Il Comune di Palermo aderisce alla campagna nazionale “My future – energia e riuso a scuola” di Legambiente, Vodafone ed Enel, che prevede l’implementazione nelle scuole di strutture ed impianti a ridotto consumo, per incentivare l’utilizzo di energie alternative. La Giunta, a questo proposito, ha approvato oggi la delibera predisposta dall’assessore comunale all’Ambiente Francesca Grisafi. L’iniziativa è resa possibile dagli incentivi statali del “Conto energia” della durata ventennale, che verranno utilizzati anche per attività formative sull’uso razionale dell’energia, la gestione energetica degli edifici scolastici, la promozione delle energie rinnovabili, il riciclo dei rifiuti elettronici e l’abbattimento delle emissioni di CO2, da portare avanti nelle scuole interessate. L’istituto scelto in città per l’installazione di un impianto fotovoltaico è quello di Cruillas e il Comune trasferirà alla scuola ogni anno, per venti anni, le somme provenienti dal “Conto energia”, decurtate dei costi di manutenzione dell’impianto stesso e della polizza assicurativa. È stato stimato che il risparmio energetico conseguente all’installazione dell’impianto sarà di circa mille euro all’anno mentre il contributo statale ammonta a 3.400 euro all’anno. Le uniche spese a carico dell’Amministrazione saranno quelle relative all’allacciamento dell’impianto fotovoltaico alla rete di distribuzione e al noleggio annuale dei contatori dell’energia. La spesa complessiva stimata è di mille euro, che saranno recuperati grazie agli incentivi ministeriali. “Si tratta di un’iniziativa molto importante – spiega l’assessore Grisafi – perchè ci consente di dotare una scuola di un impianto a basso impatto ambientale, praticamente a costo zero per l’amministrazione comunale”.