• Articolo , 22 ottobre 2009
  • Il Congresso Usa dice sì a nuovi fondi per l’idrogeno

  • Il Senato ha votato per destinare un’ingente somma alla ricerca sulle fuel cell per la mobilità, mentre la Casa Bianca punta ad investire negli altri settori delle rinnovabili

(Rinnovabili.it) – Il Congresso statunitense ha approvato, in questi giorni, un mozione legislativa che inserisce nuovi stanziamenti per lo sviluppo di auto a idrogeno, rovesciando in tal modo il tentativo dell’amministrazione Obama di escludere questa tecnologia dai finanziamenti destinati alla ricerca “verde”.
Nel dettaglio è stato aggiunto un fondo da 200 milioni di dollari da indirizzare alla ricerca e allo sviluppo di nuovi modelli di automobili elettriche dotate di celle a combustibile.
Il segretario all’Energia Steven Chu aveva fatto esplicita richiesta di escludere l’idrogeno dal disegno di legge inerente le tecnologie pulite, con l’intenzione di dirigere i finanziamenti agli altri settori delle energie rinnovabili ed ai sistemi di geosequestro della CO2.
Il nuovo provvedimento prima di divenire effettivo dovrà essere approvato dal presidente, che ha dichiarato di sperare che entro il 2012 circolino milioni di veicoli elettrici.
A fronte dei 190 progetti nazionali che potrebbero beneficiare di questo nuovo budget attualmente negli States circolano pochissimi veicoli ad idrogeno, circa 200, e il vero problema è la mancanza di stazioni di rifornimento: ci vorrebbe un investimento di 55 miliardi di dollari per garantire al Paese il giusto numero di infrastrutture.
Per molti è chiaro che un futuro economico basato sull’idrogeno sia ancora molto lontano, ed è anche per questo che l’attenzione di Obama rimane concentrata su altri poli di ricerca ma che abbiano pur sempre un basso impatto ambientale.