• Articolo , 23 febbraio 2009
  • Il Diritto delle energie rinnovabili

  • L’Associazione Produttori Energie Rinnovabili, riconosciuta dall’Ordine di Milano come ente formatore accreditato, organizzerà per la prima volta un corso, riservato agli avvocati, sugli aspetti giuridici delle energie pulite

Considerando la necessità di regolamentare un mercato come quello delle rinnovabili, in continuo sviluppo ma al tempo stesso ancora vincolato a diverse criticità, si potrebbe a ragione iniziare a parlare di “Diritto delle fonti rinnovabili” come branca giuridica del Diritto dell’Energia. A farlo per la prima volta è l’Aper – Associazione Produttori Energie Rinnovabili che, mettendo a frutto l’esperienza maturata negli oltre vent’anni d’attività, a partire da marzo 2009 inaugurerà la prima edizione di un corso dedicato al tema dell’inquadramento normativo che regola lo sfruttamento delle fonti di energia rinnovabile, a livello comunitario, nazionale e regionale. Dodici ore complessive per dare spazio ai procedimenti autorizzativi per gli impianti, al funzionamento del sistema elettrico nazionale, fino alla valorizzazione dell’energia e ai sistemi di incentivazione, illustrando l’ampia casistica giurisprudenziale formatasi sul tema e fornendo approfondimenti sulle peculiarità proprie di ciascuna fonte. “Negli ultimi anni – commenta l’Avv. Lucia Bitto, legal advisor di APER e coordinatrice del corso – abbiamo assistito a un sensibile aumento del contenzioso, perlopiù amministrativo, in materia di fonti energetiche rinnovabili ciò è un chiaro segnale sia del crescente interesse per la materia, sia delle criticità che affliggono il settore. In questo contesto, il nostro corso si pone come un utile strumento per approfondire gli aspetti più prettamente giuridici del settore, dal quadro normativo di riferimento, alle deviazioni dai principi che regolano la materia, alla produzione giurisprudenziale”. Il corso è riservato agli Avvocati iscritti all’Ordine professionale di Milano e valevole in termini di 12 crediti formativi. Per ulteriori informazioni consultare il sito: http://www.aper.it/