• Articolo , 1 luglio 2008
  • Il festival Cinemambiente di Torino

  • Raccontare la salute del pianeta con immagini, suoni e parole, suscitare interessi e interrogativi con la forza evocativa del cinema. Per l’undicesimo anno consecutivo si rinnova l’appuntamento con la più importante manifestazione cinematografica dedicata all’ambiente, il Festival Cinemambiente, leader del network internazionale Environmental Film Festival Network e primo festival europeo a “emissione zero”. In occasione […]

Raccontare la salute del pianeta con immagini, suoni e parole, suscitare interessi e interrogativi con la forza evocativa del cinema. Per l’undicesimo anno consecutivo si rinnova l’appuntamento con la più importante manifestazione cinematografica dedicata all’ambiente, il Festival Cinemambiente, leader del network internazionale Environmental Film Festival Network e primo festival europeo a “emissione zero”. In occasione dell’edizione del 2008, che si svolgerà a Torino dal 16 al 21 ottobre 2008, sono state prorogate fino al 15 luglio le iscrizioni dei film e dei video in concorso.
Il Festival Cineambiente è un momento di sensibilizzazione e condivisione ad alto impatto emotivo, perché in grado di sollecitare il dibattito ambientale attraverso la potenza visionaria del fotogramma e la vitalità delle idee. L’anno scorso ben 120 opere hanno caratterizzato il confronto per scandagliare gli umori della terra e le prospettive della sua sopravvivenza: dai film sostenuti e interpretati dalle star americane alle produzioni delle associazioni ambientaliste, da Ecokids alle conseguenze ambientali del lavoro, fino alle grandi questioni energetiche raccontate nei documentari in concorso.
La rassegna vedrà all’opera gli interpreti di tre sezioni distinte: il concorso internazionale documentari, il concorso documentari italiani e il concorso internazionale cortometraggi d’animazione. Come per le precedenti edizioni, il festival conserverà le opere in archivio a scopi didattici e di ricerca: dai documentari ai cartoni animati sull’inquinamento, dalle inchieste sulla deforestazione alle opere più liriche e suggestive.