• Articolo , 18 settembre 2008
  • Il fotovoltaico arriva a Fiorano Modenese

  • Arriva il fotovoltaico a Fiorano modenese. Il consiglio comunale ha approvato la convenzione con l’Acer di Modena per la realizzazione di impianti fotovoltaici nei complessi residenziali di proprieta’ comunale. In questi tre fabbricati l’Acer si incarica di rimuovere il tetto in eternit e di sostituirlo con una copertura composta da pannelli fotovoltaici. E’ un investimento […]

Arriva il fotovoltaico a Fiorano modenese. Il consiglio comunale ha approvato la convenzione con l’Acer di Modena per la realizzazione di impianti fotovoltaici nei complessi residenziali di proprieta’ comunale. In questi tre fabbricati l’Acer si incarica di rimuovere il tetto in eternit e di sostituirlo con una copertura composta da pannelli fotovoltaici. E’ un investimento di 200.000 euro che Acer recuperera’ in circa vent’anni grazie al ‘Conto energia’, come viene chiamato il sistema di incentivi per l’installazione di impianti di produzione di energia da fonti rinnovabili legato alla vendita di energia al gestore. Grazie al Conto Energia, Acer puo’ sviluppare l’uso di energie rinnovabili anche nel patrimonio residenziale dei comuni, senza incidere sulle risorse economiche attribuite alle politiche abitative, senza gravare i costi sui comuni, trovando un adeguato equilibrio economico sulle base di operazioni sostanzialmente no profit con meccanismi di produzione e contestuale vendita di energia. Acer si e’ attrezzato con una propria struttura organizzativa in grado di gestire i “conti energia” ed ottiene percio’ dal comune in uso gratuito l’uso delle coperture dei tre fabbricati di Via Coccapani per un periodo di 25 anni. Il progetto prevede la realizzazione di un impianto fotovoltaico per la produzione di energia elettrica da illuminazione solare, con una potenza di picco installata complessiva per tra 10 e 20 KW, che sara’ realizzato mediante posa di lastre di copertura in acciaio con integrati i pannelli fotovoltaici di tipo amorfo o di tipo policristallino. L’energia prodotta annualmente e fornita alla rete nazionale e’ equivalente a quella necessaria per illuminare una strada pubblica di circa 1,5 Km.