• Articolo , 13 novembre 2008
  • Il fotovoltaico arriva alla Comunità Sorriso

  • Una comunità a energia rinnovabile. È quella del Sorriso che da sabato 8 novembre può contare su due impianti fotovoltaici che sono stati realizzati accanto alla sede della cooperativa sociale. I due impianti serviranno la comunità maschile e quella femminile. Si tratta di un’opera fortemente voluta da Vittorio Lenzi e da Giorgio Gasperetti ed è […]

Una comunità a energia rinnovabile. È quella del Sorriso che da sabato 8 novembre può contare su due impianti fotovoltaici che sono stati realizzati accanto alla sede della cooperativa sociale. I due impianti serviranno la comunità maschile e quella femminile. Si tratta di un’opera fortemente voluta da Vittorio Lenzi e da Giorgio Gasperetti ed è finanziata in parte grazie agli incentivi statali per la produzione di energia elettrica mediante impianti fotovoltaici e in parte grazie al contributo della Fondazione Cassa di Risparmio di Imola.
Grazie a questi incentivi, di durata certa e ventennale, e al risparmio ottenuto sulla bolletta elettrica, questi impianti costituiscono dei buoni investimenti economici in quanto il costo iniziale, di circa 130mila euro, verà ammortizzato in un periodo di circa 8 anni e successivamente si otterranno i guadagni.
I due impianti, di 9,9 chilowatt di potenza, installati al suolo e già allacciati alla rete Enel, sono stati realizzati da professionisti locali; in particolare, l’impianto fotovoltaico della comunità maschile è stato progettato e realizzato con un team specialistico costituito dall’ingegner Daniele Mirri, l’installatore Giuliano Bertoni, il concessionario Sunpower FV Energy e la società di progettazione integrata ecosostenibile Alba Progetti, che hanno firmato anche gli impianti fotovoltaici realizzati a Imola nella parrocchia di Santo Spirito e all’Istituto Santa Caterina. Per l’impianto della comunità femminile ha operato l’installatore Luciano Cornazzani.
La potenza complessiva di ciascuno dei due generatori fotovoltaici è di 9,9 chilowatt, per una produzione annuale di energia elettrica che si stima essere di circa 12mila chilowatt orari ognuno. Una produzione che coprirà così un’importante percentuale dei consumi elettrici delle due comunità.
Le strutture di supporto delle vele fotovoltaiche, ancorate al suolo, sono costituite da appositi profilati di alluminio che sostengono e fissano i moduli in modo da garantire la necessaria resistenza meccanica. Su tali strutture sono stati installati i moduli fotovoltaici SunPower di 225 watt di potenza ognuno; i moduli utilizzati sono stati realizzati con una tecnologia brevettata che ne determina i migliori standard di settore in termini sia di performance (producibilità elettrica) che di affidabilità nel tempo.
I gruppi di conversione dell’energia prodotta dai generatori fotovoltaici (corrente continua) in corrente idonea alla rete elettrica (corrente alternata) sono stati realizzati dalla ditta Elettronica Santerno di Casalfiumanese.