• Articolo , 14 giugno 2010
  • Il fotovoltaico entra nelle scuole indiane

  • Circa 2000 scuole sono state dotate di kit che avvicineranno gli studenti a capire cosa sono le fonti rinnovabili e a prendere confidenza con le energie pulite attraverso esempi concreti ed esercitazioni pratiche

(Rinnovabili.it) – Un kit solare per informare i giovani su cosa sia il fotovoltaico. Il governo di Haryana, stato dell’India settentrionale, ha lanciato l’iniziativa nel tentativo di diffondere la consapevolezza delle rinnovabili nelle nuove generazioni, iniziando dalle scuole secondarie.
“I _kit di educazione solare_ sono stati introdotti nelle scuole per educare gli studenti sulle potenzialità delle energie rinnovabili. Haryana è il primo stato a prendere questa iniziativa” ha commentato Mahender Partap Singh, ministro dell’energia e delle rinnovabili dello stato indiano. “Nella prima fase 2000 scuole superiori secondarie di 13 distretti dello stato, vale a dire Bhiwani, Sirsa, Panipat, Karnal, Kaithal, Rewari, Rohtak, Jind, Jhajjar, Fatehabad, Gurgaon, Ambala e Panchkula, sono state attrezzate grazie ad una spesa di circa 140.600 euro. Tali costi saranno coperti per metà dallo Stato”.
Un pacchetto consiste in un mini ventilatore, lampade a LED, una radio solare, una macchina solare giocattolo, un citofono, luci di segnalazione del traffico, una pompa solare, un rilevatore di insolazione, un termometro, moduli solari e celle di visualizzazione della corrente al costo di circa 70 euro a kit.
Sumita Misra, direttore del dipartimento di energia rinnovabile, ha dichiarato: “Questi kit di studio potrebbero essere utilizzati nei laboratori scientifici per educare gli studenti sulla tecnologia solare fotovoltaica e sugli effetti reali attraverso modelli di mini ventilatori, radio solari e auto giocattolo solari”.
“Abbiamo già ottenuto un accordo con il governo centrale per ottenere la sua quota del 50 per cento per la fornitura di kit di educazione solare nelle restanti 1.000 scuole secondarie superiori dei sette distretti rimanenti,” ha aggiunto Misra.