• Articolo , 15 febbraio 2008
  • Il fotovoltaico si fa olimpionico

  • La nuova piscina olimpionica costruita per gli internazionali di nuoto del prossimo anno, ricorrerà all’energia rinnovabile per l’alimentazione. Un impianto fotovoltaico ed uno di cogenerazione per ottenere elettricità e calore con un notevole risparmio

I Mondiali di Nuoto 2009 si avvicinano e i preparativi procedono più o meno spediti. E’ di oggi la notizia che la nuova Piscina Olimpionica che verrà utilizzata per l’occasione, insieme agli impianti del nuovo centro sportivo di viale della Moschea, adotteranno per alimentarsi energia da fonti rinnovabili. La società Acea Reti e Servizi Energetici, fa sapere in un comunicato stampa che realizzerà un impianto solare fotovoltaico della potenza di picco di circa 70 chilowatt il quale coprirà l’edificio che ospita la piscina olimpionica. L’intervento si va ad affiancare alla costruzione di un impianto di cogenerazione a gas metano, secondo quanto stabilito dall’accordo firmato stamattina dal Circolo Canottieri Aniene ed Ecogena, società nata dalla partnership tra Acea e Astrim. Il sistema di cogenerazione avrà invece una potenza totale di 250 chilowatt elettrici e 420 chilowatt termici, consentendo un risparmio di circa 350.000 metri cubi l’anno di metano rispetto alle singole produzioni separate di energia elettrica e termica, nel pieno rispetto della normativa nazionale e comunitaria.