• Articolo , 8 maggio 2009
  • Il global warming colpisce anche le api

  • Le api lavorano troppo, soffrono di depressione e non lottano contro i parassiti, come rivela uno studio universitario

(Rinnovabili.it) – Dallo studio effettuato dal Centro di ricerche in bioclimatologia medica, biotecnologie e medicine naturali dell’Università degli studi di Milano è risultato che il riscaldamento globale sta progressivamente decimando le api.
Il global warming causa stress: gli sciami lavorano troppo come conseguenza di stagioni calde sempre più lunghe ed un periodo di letargo, al contrario, accorciatosi di circa un mese.
Gli studiosi italiani affermano che, per il 50%, le cause della diminuzione delle api sono attribuibili all’inquinamento; la conseguenza è ovviamente la crisi del mercato dell’apicoltura.
In California invece sono i coltivatori a trovarsi in difficoltà: i frutteti vengono impollinati solo in parte e la produzione è drasticamente diminuita. Il Governtore, vista la crisi, è stato costretto ad importare alveari da altri Stati.