• Articolo , 7 luglio 2010
  • Il Kenya chiede l’aiuto del Brasile per produrre biodiesel

  • Durante la sua visita nel paese africano, il presidente del Brasile Lula ha annunciato l’intenzione di mettere al servizio del Kenya le migliori tecnologie e le conoscenze delle aziende brasiliane per la produzione di biodiesel

(Rinnovabili.it) – Dopo aver teso la mano all’ “Angola”:http://www.rinnovabili.it/langola-punta-sul-biofuel-e-tende-la-mano-alle-eccellenze-brasiliane595623 per esportare nel paese africano le sue migliori tecnologie nella produzione di biodiesel, ora il Brasile allarga il campo offrendo la sua collaborazione in questo settore anche al Kenya. La prima nazione al mondo per esportazioni di etanolo, infatti, sosterrà il paese africano nella produzione di biocarburante e lo aiuterà a sviluppare il suo settore agricolo. L’accordo per la partnership futura tra i due Paesi è stato annunciato ieri dal presidente brasiliano Luis Inácio Lula da Silva e dal suo omologo keniota Mwai Kibaki.
Quello del Kenya è un mercato che, grazie a questo accordo, potrà offrire agli imprenditori delle aziende brasiliane nuove opportunità di business. Silva e Kibaki non hanno però fornito ulteriori dettagli sul modo in cui il Brasile contribuirà a migliorare il settore agricolo o a sviluppare il biodiesel nel paese africano. Già da molti anni un numero crescente di agricoltori del Kenya ha aumentato la quantità di coltivazioni destinate alla produzione del combustibile pulito, nonostante la produzione nazionale non sia ancora su larga scala. Durante la sua visita il presidente brasiliano Lula ha anche annunciato che alcune società di costruzione della sua nazione sarebbero interessate anche a fare un’offerta per la realizzazione di strade, porti e centrali idroelettriche in Kenya.