• Articolo , 29 maggio 2008
  • Il Massachusetts approva la legge per gestire le risorse oceaniche

  • Il Governatore Deval Patrick ha firmato ieri un piano di gestione per le acque comprese nel raggio di tre miglia dalla costa

L’oceano è un patrimonio da tutelare ed al tempo stesso una preziosa risorsa da utilizzare. Convinto di ciò il Governatore del Massachusetts Deval Patrick ha firmato ieri una legge per l’utilizzo delle acque oceaniche con vincoli di rispetto ambientale. Il piano di gestione, primo nel suo genere ad essere approvato da uno Stato americano, entrerà in funzione a partire dalla fine del 2009 e permetterà la costruzione di parchi eolici off-shore e altri progetti per la produzione di energie rinnovabili nelle acque oceaniche comprese nel raggio di 5 chilometri dalla costa. “Si tratta del primo importante intervento negli Stati Uniti per l’impiego protetto delle risorse dell’oceano – ha affermato Tom McCann, portavoce dell’Ocean Conservancy – ora ci aspettiamo che altri stati seguano la strada tracciata”. La legge è stata pensata anche per ridurre le tensioni fra la popolazione del luogo e prevenire possibili incidenti ambientali come la fuoriuscita di petrolio che nel 2003 interessò Buzzards Bay, nello stesso anno dalla feroce critica della Pew Oceans Commission nei confronti del governo federale americano e i singoli stati per la mancanza di politiche a favore della salvaguardia e dell’impiego delle acque oceaniche.