• Articolo , 8 marzo 2010
  • Il metrò ‘solare’ di Milano inizia a contare i risultati

  • La linea metropolitana M1, grazie alla parziale alimentazione fotovoltaica, ha già ridotto le emissioni inquinanti di circa 70 mila Kg di CO2

(Rinnovabili.it) – Ha dalla sua l’aver già conquistato un primato non da poco: essere il primo metrò a livello italiano ed europeo a funzionare, seppure parzialmente, con l’energia del sole. La linea M1 del circuito milanese di ATM, è di fatti ormai da tre mesi alimentata parzialmente dai moduli fotovoltaici installati sul tetto di un deposito della società.
Con i suoi 23 mila metri quadrati di estensione e la capacità di produrre 1,4 milioni di kilowattora l’anno il progetto inizia a dare i suoi risultati: dalla sua attivazione, a fine novembre 2009, ha permesso di ridurre le emissioni inquinanti di circa 70 mila Kg di CO2.
“L’avvio dell’attività del tetto fotovoltaico del deposito di Precotto – spiega Elio Catania, presidente e a.d. di Atm – è un tassello importante del piano d’efficienza energetica messo a punto da Atm a partire dal 2008. Il progetto, che coinvolge tutti i processi produttivi, porterà ad un risparmio medio di 14 milioni di kWh/anno di energia elettrica tra il 2007 e il 2010”.
L’impianto fotovoltaico, rappresenta una tra le maggiori realizzazioni di questo tipo in Italia, il progetto è stato realizzato interamente mediante “Finanziamento Tramite Terzi” ovvero è stata Dedalo ESCO a realizzare l’impianto corrispondendo ad ATM un canone per l’affitto del tetto e ripagandosi dell’investimento tramite il Conto Energia.