• Articolo , 29 settembre 2009
  • Il nuovo stadio “romanista” a emissioni zero

  • Il nuovo stadio presentato oggi sarà realizzato dalla A.S. Roma Calcio, che si fonda su tecnologie avanzate, fonti rinnovabili di energia, con emissioni zero in fatto di gas serra.

(Rinnovabili.it) – Impatto zero. Questa la caratteristica più evidente del nuovo progetto di uno stadio intitolato a ‘Franco Sensi’, e destinato a diventare la nuova casa della Roma. Impianto sportivo, e tecnologicamente avanzato e ad emissioni zero.
L’iniziativa è stata presentata oggi a Roma e come è stato sottolineato punta molto sulla sostenibilità, sui materiali, sulla sua unicità.
Riduzione delle emissioni di CO2, efficienza energetica ed energie rinnovabili, microgenerazione distribuita, queste alcune delle caratteristiche distintive.
Attraverso la diversificazione delle fonti energetiche, fotovoltaico, pompe di calore e microcogenerazione collegati in rete e gestiti con tecniche ICT, sarà garantita l’autosostenibilità. Si parla di produrre 5 milioni di kWh/anno, con il taglio totale delle emissioni di gas-serra (3000 ton/anno). E ancora, sistemi di cogenerazione collegati in rete, alimentati ad idrogeno, con produzione tramite fotovoltaico ad accumulo di ghiaccio per la produzione del freddo in ore notturne (con il 50% di risparmio). L’area prescelta é nel quadrante Ovest di Roma, subito all’esterno del GRA, tra le due direttrici dell’Aurelia (a sud) e della Boccea (a nord).