• Articolo , 19 febbraio 2008
  • Il pc con celle a idrogeno

  • Una società giapponese sta progettando lo sviluppo di celle a combustibile così compatte da poter essere utilizzate come modalità di carica dei dispositivi elettronici

Salutate pure le vecchie e pesanti batterie del vostro portatile. La Japan Steel Works, società giapponese che realizza celle a combustibile, sta sviluppando una tecnologia che permetterà di rimpiazzare le comuni pile dei dispositivi elettronici con delle moderne celle a idrogeno compatte. Ciò è reso possibile dalla realizzazione di un serbatoio dalle dimensioni ridottissime, contenente una lega metallica in grado di stoccare oltre nove litri di gas a temperatura ambiente. Attraverso il semplice riscaldamento, fornito dallo stesso dispositivo elettronico l’idrogeno verrebbe rilasciato ed una volta esaurito potrebbe essere semplicemente restituito ad un centro di riciclaggio. Questo sistema contribuirebbe a ridurre le emissioni di anidride carbonica, ma si deve ancora attendere prima di un prototipo pronto per la commercializzazione. Infatti, l’isolamento termico di questo gas rimane un problema critico e deve essere il più efficiente possibile perché la riserva di idrogeno, se lasciata inattiva per un certo periodo di tempo, produce pressione, fino a determinare una vera e propria esplosione.