• Articolo , 14 marzo 2011
  • Il popolo delle rinnovabili non sta in silenzio

  • Domani 15 marzo di fronte al Ministero dello Sviluppo Economico si svolgerà un’azione di protesta organizzata da SOS Rinnovabili contro il decreto Romani

“Sosrinnovabili”:http://www.sosrinnovabili.it/index.htm chiama nuovamente a raccolta associazioni ambientaliste, cittadini, addetti ai lavori e non per raccogliere in solo suono la voce dei tanti “no” pronunciati contro il Provvedimento governativo ribattezzato _Decreto ammazza rinnovabili_. Appuntamento a Roma, in via Veneto, ore 12 dove domani si svolgerà un flash mob di protesta che il Popolo delle rinnovabili ha organizzato per portare l’attenzione generale su una misura estremamente lesiva per il futuro economico italiano e per chiedere ancora una volta l’abrogazione del provvedimento legislativo “Il decreto Romani non è riformabile, va cancellato”, scrive oggi SOS Rinnovabili, la voce della protesta emersa dalla società civile in appena due settimane, che ribadirà domani come e perché la norma sia assolutamente dannosa per l’intero comparto legato alle energie rinnovabili, con gravi conseguenze economiche e perdite di numerosi posti di lavoro.
Dopo la manifestazione al teatro “Quirino di Roma”:http://www.rinnovabili.it/vogliamo-il-sole-non-chiediamo-la-luna-403920 e l’odierno incontro svoltosi a Padova gli interessati protesteranno contro il decreto _ammazza-rinnovabili_ riunendosi davanti al Ministero dello Sviluppo Economico. Alla manifestazione pacifica prenderanno anche parte WWF e Legambiente per aspettare l’esito dell’incontro tra il ministro Romani e Confindustria alla presenza di una delle associazioni di settore, che, come spiega SOS Rinnovabili, però non rappresenta interamente il punto di vista di tutte le associazioni legate al comparto energetico nazionale.