• Articolo , 22 novembre 2008
  • Il Presidente Pietracupa all’inaugurazione del fotovoltaico

  • “Bisogna sostenere l’impresa sana, le idee che possono avere futuro, come quella del fotovoltaico di Filignano, e non finanziare progetti sovradimensionati e, sostanzialmente, inutili “. Così ha cominciato il suo intervento il Presidente del Consiglio regionale del Molise, Mario Pietracupa, presente questa mattina a Filignano, all’inaugurazione dell’ area Pip di contrada Cerreto e del campo […]

“Bisogna sostenere l’impresa sana, le idee che possono avere futuro, come quella del fotovoltaico di Filignano, e non finanziare progetti sovradimensionati e, sostanzialmente, inutili “. Così ha cominciato il suo intervento il Presidente del Consiglio regionale del Molise, Mario Pietracupa, presente questa mattina a Filignano, all’inaugurazione dell’ area Pip di contrada Cerreto e del campo fotovoltaico.
“Il Molise necessita di progetti concreti – ha proseguito Pietracupa – iniziative come quella illustrata oggi, che siano il più possibile rapportate alla sua realtà. Altrimenti c’è il pericolo di seguire l’esempio catastrofico del Nucleo industriale di Venafro-Pozzili, un’area di sviluppo economico che adesso rischia la desertificazione. La politica deve smettere di riempirsi la bocca di paroloni e di assecondare manie di grandezza lontane anni luce dalla situazione attuale. Illudere la gente è assurdo e pericoloso.
“A breve, dovremo organizzare un tavolo di concertazione per capire la vera prospettiva di questa regione: se, cioè, possiamo ancora contare su chi utilizza il nostro territorio o se dobbiano studiare un piano di emergenza per evitare che centiania di famiglie si ritrovino presto in mezzo alla strada”.
Da ultimo il Presidente dell’assemblea legislativa di Palazzo Moffa ha ribadito la sua soddisfazione per l’iniziativa promossa dall’amministrazione comunale di Filignano: “E’ l’ esempio importante – ha detto – di una piccola realtà che, pur vivendo tra alcuni problemi, continua a mettersi in discussione e che rischia con ingegno e coraggio per cercare di garantirsi un po’ di futuro”.