• Articolo , 11 marzo 2011
  • Il pv organico del Fraunhofer in un modulo unico al mondo

  • I ricercatori tedeschi sono riusciti a produrre il primo modulo al mondo dye sensitized su un substrato continuo con la tecnologia di stampa

(Rinnovabili.it) – Nel corso degli ultimi anni, il Fraunhofer ISE ha lavorato sullo sviluppo di celle solari dye sensitized con l’obiettivo finale d’essere in grado di integrare questa tipologia di fotovoltaico nelle facciate degli edifici. Una delle principali sfide che i ricercatori hanno dovuto affrontare è stata portare la tecnologia dalla fase di laboratorio al campo industriale.
Un ostacolo però che gli scienziati tedeschi stanno cominciando a superare e che presto potrebbe divenire solo un lontano ricordo. Il merito va alla produzione di un modulo solare a coloranti organici realizzato su un substrato continuo di 100 x 60 cm di dimensione. Una prima volta mondiale quella raggiunta dal team teutonico che cela il suo successo in una serie di operazioni studiate e perfezionate dal Fraunhofer ISE. I prototipi di modulo sono stati realizzati in vetro sinterizzato con un _“design meandro”,_ uno dei più tipici motivi decorativi greci.
Il vetro è stato quindi serigrafato con uno strato di nanocristalli di biossido di titanio (TiO2) legati chimicamente a molecole di colorante. E nonostante l’efficienza di conversione sia ancora lontana da quella dellle ‘cugine’ in silicio per gli scienziati si tratta di una svolta importante. “Per la prima volta, siamo riusciti a dimostrare la fattibilità di un collegamento integrato in serie di celle su un modulo di queste dimensioni attraverso la tecnologia di stampa”, spiega il Dr. Andreas Hinsch del Fraunhofer ISE. “Ciò evita una complessa connessione esterna dei sottomoduli. Con questo prototipo, abbiamo compiuto un passo decisivo verso una scalabilità conveniente, spiando la strada al livello industriale”.