• Articolo , 22 ottobre 2010
  • Il rifiuto medico può diventare una risorsa

  • Aghi, siringhe ed oggetti taglienti sanitari utilizzati al di fuori delle strutture ospedaliere terminano di solito nelle normali discariche. Ma un progetto della Sharps Compliance Corp. prevede la possibilità di trasformare questi rifiuti in pellet.

(Rinnovabili.it) – Un’idea per smaltire i rifiuti medici, come aghi e siringhe, arriva dagli Stati Uniti e più precisamente da un progetto della “Sharps Compliance Corp.”:http://www.sharpsinc.com/pella-drx.htm, ovvero il fornitore americano leader nello smaltimento di rifiuti sanitari e di medicine al di fuori delle strutture ospedaliere.

Mentre lo smaltimento di aghi ed oggetti taglienti negli ospedali e nelle grandi strutture sanitarie è regolamentato da un preciso apparato di norme, lo smaltimento di rifiuti sanitari proveniente dai comuni cittadini è stato per troppo tempo affrontato con superficialità. La conseguenza è che aumentino i rischi della salute sia per gli operatori del settore e sia per la stessa popolazione. Aghi e siringhe potrebbero arenarsi sulle spiagge e diventare un effettivo rischio igienico-sanitario per la salute altrui. Nonostante le leggi di alcuni stati regolino lo smaltimento dei rifiuti igienici-sanitari, gran parte degli stessi finisce per rincarare le normali discariche.

Fortunatamente ora c’è una novità per il trattamento di aghi ed oggetti taglienti sanitari usati fuori dalle strutture ospedaliere. Il “PELLA-DRX Green Waste Conversion Process”, un’invenzione in attesa di brevetto, che offre la possibilità di trasformare aghi e oggetti taglienti in pellet da usare nelle industrie ad alta intensità energetica. Con tale sistema nessuno dei rifiuti medici andrebbe in discarica. Invece i rifiuti sanitari verrebbero trasformati in una materia prima da utilizzare nella produzione di risorse industriali.

Il PELLA-DRX non è solo un prodotto, ma è parte di un sistema di elaborazione sostenibile diviso in tre fasi:
– I rifiuti taglienti vengono confezionati in appositi contenitori, approvati dagli organi governativi, ed inviati ad un impianto di trattamento.
– Tutti i rifiuti taglienti vengono sterilizzati con fortissime pressioni ed altissime temperature per eliminare eventuali agenti patogeni. Il processo è altamente regolarizzato per garantire la completezza dei passaggi ed evitare eventuali infezioni.
– Infine il materiale di scarto viene triturato e compattato in pellet.

La grande innovazione del PELLA-DRX è che riesce ad unire la capacità smaltire rifiuti dannosi per l’incolumità delle persone, a la possibilità di ottenere efficienza energetica in pieno rispetto dell’ambiente.